ANCONA- Grandi preparativi e fermento per l’esposizione che riscalderà l’estate anconetana, promettendo alla Mole Vanvitelliana un richiamo di pubblico da tutta la penisola.
“Pittori figurativi italiani della seconda metà del XX secolo? il titolo della mostra che aprirà i battenti il 16 luglio ad Ancona. Saranno presenti 103 artisti, molti di chiara fama nazionale e internazionale, e 160 opere, per un’iniziativa della Provincia di Ancona, in seno al progetto “Leggere il ‘900?, e dell’agenzia di Jesi organizzatrice di eventi culturali NoiCultura, a cura del critico d’arte Armando Ginesi.
A confronto le diverse tendenze figurative che hanno contrassegnato il finire del nostro Novecento, ricostruendo il percorso della figurazione in Italia, come risposta al concettualismo, sulle tracce del Citazionismo, della Pop Art italiana, della Transavanguardia…
Tra i tanti nomi fondamentali del panorama artistico italiano non potrà mancare il talento marchigiano, rappresentato in questa occasione da Enzo Cucchi, originario di Morro d’Alba. Accanto al suo lavoro anche quello di altri due protagonisti della corrente artistica che si impose agli inizi degli anni Ottanta recuperando la tradizione pittorica, Sandro Chia e Francesco Clemente.
La mostra sarà inaugurata il 16 luglio e si protrarrà per due mesi, per dare a tutti la possibilità di visitare il patrimonio di dipinti messo a disposizione dalla Collezione di Arte Contemporanea di Serafino Fiocchi di Ascoli Piceno, uno dei maggiori collezionisti viventi. Un’occasione di lustro le Marche, che si pongono come importante punto di dialogo dell’arte italiana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)