SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il terzo ‘voto’ adempiuto nello spazio di appena pochi giorni: lunedì scorso la testa completamente rasata di Gabriele Mastellarini, ieri Ballardini e lo staff tecnico rossoblù impegnati nella lunga pedalata (andata e ritorno) sino al Santuario di Loreto, oggi pomeriggio, intorno alle 16.20, il numero uno del sodalizio di Viale dello Sport, Umberto Mastellarini, accompagnato dalla moglie Anita, la figlia Maria Teresa, l’avvocato Vincenzo D’Ippolito, gli assessori Bruno Gabrielli (con tanto di maglietta ufficiale indosso, per la precisione la seconda maglia bianca con le strisce orizzontali rosse e blu) e Pierluigi Tassotti, oltre al gruppo di amici e tifosi che via, via, lungo il percorso si è aggiunto, è arrivato sino alla chiesa di San Benedetto Martire, coprendo un tragitto di oltre quattro chilometri, sotto un sole battente, ma inebriato dall’affetto e dal calore di una città che attende con impazienza e gioia la prima semifinale play off contro il Napoli. Il gruppo in questione ha terminato la lunga passeggiata intorno alle 17.45, quando ha raggiunto la chiesa per poi assistere alla funzione religiosa celebrata da Don Romualdo, conclusasi verso le 19.
Abbiamo interpellato telefonicamente il presidente rossoblù, in macchina, di ritorno nella sua Giulianova, dopo il bel pomeriggio all’insegna dello sport e dell’aria aperta: “E’ andato tutto bene – ci ha detto il patron rivierasco – credevo fosse più dura onestamente, si potrebbe anche rifare, magari il doppio dei chilometri. La battuta di Ballardini (aveva detto che sarebbe andato a tirar loro delle uova, in virtù dell’esiguo chilometraggio da coprire, ndr)? Lui si allena tutti i giorni, invece il sottoscritto al massimo si allena con la macchina! Per me è già tanto quello che ho fatto – continua a scherzare Mastellarini, il quale però, in un attimo, torna serio – anche se è già pronto un nuovo ‘voto’, visto che quelli fatti sinora ci hanno portato bene. L’ho stipulato con Vincenzo (D’Ippolito, ndr) ed un mio caro amico. Però non dico nulla, speriamo solo non si al’ultimo?.
“Nel corso della passeggiata di oggi pomeriggio – continua il presidente rossoblù – è stato bello assaggiare il calore e l’entusiasmo della gente, di tutti i tifosi che hanno mostrato grande felicità per l’obiettivo raggiunto. Questa città merita davvero tanto. Ogni bar in cui siamo entrati c’è stato sempre qualcuno pronto ad offrirci dello champagne, sono stati tutti gentilissimi. In ogni caso questo è il sintomo della contentezza della gente e per me è stato bello rivivere un simile clima dopo i play off raggiunti con il Giulianova sette anni fa e dopo i molteplici successi ottenuti con la pallavolo femminile. Un raffronto? San Benedetto è una città più grande e l’entusiasmo è ancora maggiore. Questi play off hanno un sapore speciale, anche perché sono stati raggiunti col lavoro, il sacrificio, l’impegno e soprattutto senza fare troppe chiacchiere e promesse fuori luogo. Alla fine, mi ripeto, il lavoro paga sempre. Fino a lunedì però – ha concluso Mastellarini – non voglio pensarci troppo, mi sono preso una settimana di ‘riposo’, anche se si lavora dietro le quinte lo stress e le pressioni sono notevoli?.
Ad ogni modo, sembra che il presidente Mastellarini abbia intenzione, in caso di promozione in Serie B, di recarsi a piedi da Roseto a San Gabriele.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 646 volte, 1 oggi)