GROTTAMMARE – Si è svolta questa mattina, presso il Comune di Grottammare, nella sala delle Rappresentanze, la conferenza stampa di presentazione, del progetto di certificazione ambientale del Comune di Grottammare.
Ad illustrarla, il Sindaco di Grottammare Luigi Merli e la d.ssa Sonia Capeci, dell’Assessorato Tutela e Ambiente. L’Amministrazione Comunale di Grottammare, con la certificazione ambientale rende pubblica la propria attenzione verso le problematiche ambientali attraverso l’emissione di documenti che descrivono il Sistema di gestione Ambientale adottato.
La certificazione ISO 14001 è un modo per qualificare un’organizzazione e per riconoscere questa qualificazione a livello mondiale. Con questa certificazione il cliente finale (utente se si tratta di un’organizzazione che eroga servizi), ha una certa sicurezza che l’organizzazione certificata rispetta l’ambiente.
La certificazione è fondamentalmente, un esame a cui l’organizzazione si sottopone per poter avere una dichiarazione rilasciata da parte di un ente terzo specializzato; quest’ente, che è indipendente, si chiama Organismo di Certificazione. L’ente che certificherà il lavoro svolto dal Comune di Grottammare è il CSQ, Consulting Society Quality: “È una cosa seria – dichiara il sindaco Merli-, gli enti che certificano sono accreditati e controllati. Hanno l’obbligo di comportarsi seriamente perché sono costantemente monitorati nei vari passaggi delle loro procedure di verifica. La CSQ è lo stesso ente che certifica la FEE, ossia l’organizzazione internazionale no profit, che si occupa d’educazione ambientale e che ha un ruolo fondamentale nell’assegnazione della bandiera blu. La stessa FEE, infatti, sollecita a certificarsi dando un punto in più a chi lo fa, considerandola una base sicura, per una valutazione riguardo la qualità dell’ambiente. La certificazione per quest’amministrazione è una priorità, è un percorso autonomo, in cui il Comune si autofinanzia per le spese di gestione, senza ulteriori finanziamenti. Nelle Marche ci sono tanti progetti di sviluppo, ma Grottammare è in una più fase avanzata rispetto a tutti gli altri. Dobbiamo raggiungere, con la certificazione, uno standard di servizi di qualità elevata e una serie d’obiettivi, attraverso una riqualificazione dell’ente, legata a procedure interne e di verifiche sul tutto il territorio. Tutto ciò porterà, alla fine, al compimento di tutta una serie di procedure certificate e ben definite, con le quali ogni cittadino sarà garantito e ogni dipendente comunale saprà dove inizierà e finirà il suo lavoro.”
Merli spiega anche gli obiettivi della certificazione ambientale Iso 14001: “Si cercherà di ottimizzare tutti i servizi per raggiungere l’obiettivo della qualità, dando priorità all’ambiente. Tutto il lavoro esterno sarà interessato, si controlleranno, tutti i servizi comunali, dal depuratore, alla messa a norma degli edifici, alle fogne, ai fossi, alla pulizia delle strade, ossia tutte le attività, che riguardano la nostra area, le quali saranno accomunate da procedure operative di gestione e di controllo. E’stato scelto questo momento per iniziare tale iter di certificazione, proprio perché vogliamo partire dall’idea che i risultati raggiunti, come la conferma della bandiera blu e le quattro vele, sono solo la base di partenza, per migliorarsi e dare un ulteriore servizio a tutta la cittadina di Grottammare?.
La d.ssa Sonia Capeci ha illustrato i vari passaggi della certificazione: “Il procedimento è già avviato, da Febbraio è partita la formazione per tutti i dipendenti comunali, per prepararli riguardo ai procedimenti da adottare, in un’ottica di trasparenza dei servizi e di miglioramento per tutti i cittadini. Tra Aprile e Giugno abbiamo terminato le fasi preliminari di pre-visita con l’ente CSQ, che ci ha già esaminato con un CHECK-UP, esprimendo un parere favorevole al lavoro fin lì svolto. A settembre cominceremo ad essere esaminati nei documenti. Alla fine del percorso avremo il certificato in cui sarà dichiarato che il Comune applica una politica ambientale, dando visibilità a tutti i servizi. Ogni anno, poi, ci sarà un momento di revisione da parte degli organi certificatori, i quali in futuro, faranno, anche, delle verifiche, dei Comuni interessati al progetto, a campione senza preavviso. Il sistema di Gestione Ambientale consente di verificare sistematicamente l’andamento delle prestazioni monitorate e di raggiungere gli obiettivi di miglioramento prefissati. Grazie alla crescita dei dipendenti che saranno formati, addestrati e aggiornati al cambiamento delle prestazioni offerte ai cittadini?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 761 volte, 1 oggi)