Anche quest’anno le Marche risultano ai primi posti tra le regioni italiane per la qualità dell’offerta del turismo balneare. La conferma viene dallo studio della Fondazione per l’educazione ambientale della Legambiente, secondo il quale sono undici, una in piu` rispetto a quelle dello scorso anno le spiagge della regione con il maggior numero di bandiere blu.
“Un prestigioso riconoscimento del lavoro finora svolto” – commenta l’assessore regionale al turismo Luciano Agostini – che fa delle Marche una delle regioni più attente nel coniugare l’offerta turistica con quella ambientale, ma anche un buon punto di partenza per cercare di rilanciare ulteriormente il turismo facendo leva non soltanto sui beni che il nostro territorio offre sul piano paesaggistico e culturale, ma anche su un’organizzazione in grado di sostenere ulteriormente il settore turistico”.
In base alla classifica, le Marche risultano al terzo posto, dopo la Liguria e la Toscana. Undici le località che hanno ottenuto la Bandiera Blu nella nostra regione: Senigallia, Sirolo, Numana, San Benedetto del Tronto, Grottammare, Cupra Marittima, Porto San Giorgio; Porto Recanati, Civitanova Marche, Gabicce Mare e le spiagge di ponente di Pesaro.
Otto i criteri in base ai quali sono state premiate le spiagge: balneabilità, funzionalità degli impianti, smaltimento dei rifiuti, tutela dell’ambiente, arredo urbano, educazione ambientale,strutture alberghiere, attività di pesca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 698 volte, 1 oggi)