SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Benedetto si sta trasformando in un cantiere a cielo aperto. Nelle ultime settimane molte vie della città sono rimaste chiuse al traffico per l’effettuazione di interventi di manutenzione ordinaria, causando non pochi disagi alla circolazione stradale.
Particolarmente ‘colpite’ le strade del centro: dopo i lavori in Piemonte, da lunedì prossimo, 23 maggio, anche viale Gramsci (nel tratto tra via Galilei e viale Moretti) e via U.Bassi (nel tratto tra viale Moretti e via Mazzocchi) saranno interdette al passaggio dei veicoli per consentire l’esecuzione dei lavori di sistemazione dei marciapiedi. Inoltre, nelle prossime settimane sono attesi sostanziali ritocchi al manto stradale di molte vie cittadine.
Se da un lato è apprezzabile lo zelo dell’Amministrazione nella sistemazione di piccoli e grandi inconvenienti, dall’altro suscita perplessità la tempistica dei lavori: non si potevano rimandare alla fine dell’estate? Era davvero necessario realizzarli tutti nello stesso periodo? E non dimentichiamo che sono tuttora in corso gli interventi di riqualificazione della città: lungomare sud, viale De Gasperi e viale Secondo Moretti.
A proposito della riqualificazione di viale Rinascimento, sembra ormai certo che i lavori termineranno in ritardo rispetto alle previsioni; il cantiere doveva, infatti, essere chiuso per la fine di maggio ma allo stato attuale appare altamente improbabile che l’opera venga completata in dieci giorni. A questo punto, per non ‘intralciare’ l’avvio dell’estate, la realizzazione dei giardini tematici potrebbe slittare alla fine della bella stagione.
Ulteriori dubbi sorgono se si pensa che la seconda tranche dell’intervento (fino al Las Vegas), che verrà avviata a settembre, interesserà un tratto di circa 1.200 metri (a fronte dei 700 attuali), per cui saranno necessari tempi ancora più lunghi. Buon lavoro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 652 volte, 1 oggi)