SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Prosegue con successo il Festival Pianistico “Giovani emergenti” organizzato dall’Associazione Musicale “F. Schubert” nel decennale della propria fondazione e inserito nella Stagione concerti 2005. Dopo le raffinatissime esecuzioni di Andrea Capecci e Vincenzo Paolini, giovedì 19 maggio chiuderà il Festival Alessandro Deljavan. Il pianista, giovanissimo e dotato di una tecnica invidiabile, si esibirà alle 21,15 nell’Auditorium del Comune.
Il programma della serata prevede l’esecuzione di brani di W. A. Mozart (Sonata in re maggiore K 576), C. Debussy (Images vol. I), F. Chopin (Ballata n. 3 op. 47; 12 Studi op. 25). I tre giovani virtuosi della tastiera che si esibiscono in questo festival, selezionati fra i migliori diplomati dei Conservatori italiani, sono attualmente iscritti al corso di Laurea Specialistica di 2° livello in discipline musicali presso il Conservatorio “G. B. Pergolesi” di Fermo, dove proseguono la loro preparazione.
Il diciottenne Alessandro Deljavan ha conseguito il diploma di pianoforte a sedici anni presso il Conservatorio “G.Verdi? di Milano, nella classe del Maestro Riccardo Risaliti. Deljavan ha partecipato a concorsi nazionali ed internazionali, ottenendo vari primi premi. Vincitore di borse di studio dalla Fondazione “G.Cini? di Venezia, dall’Università “D’Annunzio? di Pescara, dal Conservatorio di Milano, si è esibito come solista presso importanti enti ed istituzioni musicali tra cui il Teatro Grande di Brescia, il Palazzo dei Congressi di Stresa, il teatro Vittorio Emanuele Napoli, sale Verdi e Puccini di Milano.
Il diciottenne ha partecipato a masterclasses e Corsi di Perfezionamento presso il Mozarteum di Salisburgo, il Festival della Nazioni (Città di Castello), la Fondazione Respighi di Venezia. Nel febbraio 2005 ha eseguito con successo il 3° Concerto di Beethoven al Teatro dell’Aquila di Fermo sotto la direzione del Maestro Daniele Moles.Il musicista frequenta l’ultimo anno del Liceo Scientifico e il Corso di Laurea Specialistica in Discipline Musicali presso il Conservatorio “G. B. Pergolesi? di Fermo e fa parte dei Perpianosolists: gruppo di studio che, sotto la guida del Maestro Enrico Belli, approfondisce la conoscenza della letteratura pianistica attraverso opere monografiche, proposte annualmente al pubblico.
Il giovane è inoltre tra i 36 pianisti selezionati in tutto il mondo che prenderanno parte al Concorso Internazionale “Gina Bachauer? che si svolgerà a giugno a Salt Lake City nello Utah (U.S.A).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 474 volte, 1 oggi)