SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I prezzi dei biglietti sono rincarati, rispetto al campionato, di circa il 50% (troppo per i curiosi e gli spettatori attratti dai grandi eventi, un po’ troppi per le donne e i bambini, a cui non sono riservati biglietti ridotti): ma occorre ugualmente riempire il Riviera, anche se non sarà facile trovare 3-4000 spettatori disposti a pagare 30 euro per colmare le due tribune laterali.
Ad ogni modo, la Samb Calcio ha comunicato come verranno ripartiti gli incassi delle gare play-off: il 25% andrà alla Lega Calcio, il 32% alla società ospitante, il 16% alla società ospite, il 20% è costituito dall’aliquota Iva, il 7% dalle spese di organizzazione e per la stampa dei biglietti.
Un Riviera “pieno? in tutti i settori, quanto varrà in soldoni? Le due curve, considerate già esaurite (5.330 tagliandi), garantiranno un incasso complessivo di 74.620 euro.
Devono ancora essere valutate esattamente le capienze degli altri settori dello stadio. Rifacendoci a quanto avvenuto per l’ultimo Samb-Napoli e considerando che questa volta l’agibilità sarò di 14.500 spettatori, il settore dei distinti conterrà circa 3.950 persone, che al costo di 20 euro equivalgono ad altri 79.000 euro.
Circa 4.400 saranno i biglietti complessivamente in vendita presso le due tribune laterali: moltiplicati per i 30 euro del costo del biglietto, nel caso siano tutti venduti, costituiranno un monte di 132.000 euro.
Riguardo la tribuna centrale, il discorso è diverso. Si tratta di circa 820 posti, a cui vanno decurtati i tesserati delle due società, i rappresentanti di enti, i giornalisti e eventuali accreditati da altre società. Gabriele Mastellarini ha garantito che per quanto riguarda i biglietti omaggio verranno rilasciati con molta parsimonia: ponendo, ad occhio e croce, 500 biglietti a pagamento, questi garantirebbero un incasso di 25.000 euro.
Questo significa che per la gara Samb-Napoli, nella migliore delle ipotesi, l’incasso complessivo sarà di 310.620 euro, di cui circa 99.400 spetteranno alla Samb.
Riguardo il San Paolo, lo stadio attualmente può ospitare circa 77.000 spettatori. Precisiamo che le capienze dei vari settori, raccolte in alcuni siti internet partenopee, potrebbero non essere esattissime, ma sicuramente garantiscono una buona approssimazione.
Le due curve, più la tribuna per i disabili, contengono circa 36.600 spettatori, equivalenti ad un incasso lordo di 512.400 euro. I distinti hanno una capienza di circa per 23.600 persone, equivalenti, al peso di 20 euro cadauno, a 481.300 euro.
Le tribune laterali, alle quali assommiamo la tribuna inferiore, contengono complessivamente 10.200 spettatori, che moltiplicati per 30 euro fanno 217.300 euro complessivi.
I 4.300 biglietti (circa) della tribuna centrale Posillipo, venduti ciascuno a 50 euro, costruiscono un montante di ben 217.300 euro. Per ultimo bisogna considerare il settore della Tribuna Vip, che a Napoli contiene circa 2.500 (poniamo 2.000 i bigliettii in vendita) che il club partenopeo venderà a 100 euro cadauno, garantendosi, in caso di esaurimento, ben 276.700 euro.
Complessivamente si stima dunque un incasso, per la partita del San Paolo, pari a 1.798.600 euro, di cui il 16% appannaggio della Samb (pari a 287.776 euro).
Nel complesso l’incasso delle due sfide di semifinale determineranno un incasso di oltre due milioni e centomila euro, di cui quasi 390.000 euro per la Samb. Niente male.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 594 volte, 1 oggi)