SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Martedì 28 giugno al Teatro Calabresi di San Benedetto del Tronto si terrà – per la prima volta nella sua gloriosa storia in serata unica – l’11° Festival Ferré. Il Festival vuole essere una forma di protesta contro la disattenzione sofferta in Italia dalle manifestazioni culturali che tentano di sottrarsi alla banalità delle mode.
L’edizione “ridotta? di quest’anno schiera in campo formazioni di tutto rispetto come i Tetes de Bois che, guidati da Andrea Satta, aprono la serata sull’onda dei loro due ultimi album (“Ferré, l’amore e la rivolta?, premio Tenco 2002, e “Pace e Male?, il CD italiano meglio accolto dalla critica nel 2004) e Dee Dee Bridgewater.
Dee Dee Bridgewater chiuderà il Festival con un grande concerto ricalcato su “J’ai deux amours?, il recente album che l’energica interprete americana dalle insolite vocalità agrodolci ha dedicato alla canzone francese del ‘900, avvalendosi, in suggestivi registri jazz, dell’apporto strumentale di musicisti come Ira Coleman, Louis Winsberg, Minino Garay e Marc Berthoumieux.
Il doppio concerto, in linea con i principi di divulgazione culturale che ispirano il Centro Léo Ferré, sarà fruibile al prezzo modico di euro 15.
Presenta e recita Mauro Macario.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 573 volte, 1 oggi)