PADOVA (4-3-3) Colombo, Bedin (1’ st Antonioli), Florindo (14’ st Bianchi), Romondini, Mariniello, Tarozzi, Greco (5’ st Manetti), Statuto, Ginestra, La Grotteria, Zecchin. A disposizione: Rossi E., Rossettini, Porro, Zerbini. Allenatore Renzo Ulivieri.
SAMBENEDETTESE (4-2-3-1) Mancini, Femiano A. (42’ st Femiano F., Colonnello, Amodio, Taccucci, Canini, Tedoldi (30’ st Dominguez), Cigarini, Martini (17’ st Da Silva), Bogliacino, Leon. A disposizione: Spadavecchia, Gazzola, Pompei, Favaro. Allenatore Davide Ballardini.
ARBITRO: Antonio Damato di Barletta. Assistenti ;asotti di Bologna e Costa di Albenga.
MARCATORI: Martini (S) al 16’ e al 31’.
RECUPERO: 3’ pt; 4’ st
AMMONITI: Martini (S), Ginestra (P), Colonnello (S), Femiano F. (S), Tarozzi (P).
ESPULSI: Manetti (P).
CORNER: 4-2 per il Padova.
FUORIGIOCO: 8-3 per il Padova.
SPETTATORI: 6.503 (4.806 paganti + 1.697 abbonati) per un incasso pari a 39.566,77 euro.
NOTE: Invitati nella tribuna dell’ ‘Euganoeo’ venti ragazzini bielorussi provenienti da Chernobyl, ospiti dell’associazione “Per un Sorriso” a Rovolon. Presenti inoltre 2.000 alunni delle scuole medie superiori, entrati gratuitamente.
Padova e Samb, come tutte le formazioni di terza serie, prima del fischio d’apertura hanno aderito all’ottava giornata nazionale “Donazione e trapianto di organi?. Al termine della partita un gruppo di tifosi del Padova hanno aspettato i giocatori della loro squadra per contestarli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 455 volte, 1 oggi)