GROTTAMMARE: Di Clemente, Cocciardo, Marcantoni, Del Moro, Oddi, Traini(80′ Deogratias), Coccia (80′ Potacqui), Marcucci, Pazzi, Gentili(19′ Bollettini), De Reggi. All Izzotti
RICCIONE: Altamirano, Nanni, Romano, Bellocchi, Cola, Bendoni, Fofo, Malavenda, Protti, Grillo, Damato. All Rossi
Arbitro Ramella di Pavia ; spettatori circa 300; angoli 6-4
25′ Protti mette in mezzo dalla sinistra per Damato, che anticipa la difesa e devia nella porta del Grottammare battendo Di Clemente. 1-0 per la squadra di casa. 72′ Raddoppio per il Riccione grazie ad un’azione che parte dalla sinistra con Fofo, che salta due difensori e tira con precisione sul secondo palo, dove Di Clemente non può fare nulla. 88′ Azione in verticale del Grottammare, Marcucci suggerisce a Pazzi il quale si sposta sulla sinistra e con un preciso diagonale batte il portiere. Purtroppo la reazione del Grottammare arriva troppo tardi, quando la vittoria del Riccone è ormai assicurata.
Abbiamo cheisto al DS Aniello (nella foto)
Cosa ha segnato maggiormente il risultato della gara?
La partita è stata abbastanza combattuta, ma sicuramente il risultato è stato segnato dall’ infortunio di Gentili, costretto ad uscire a pochi minuti dall’inizio per una sfortunata uscita in extremis del portiere avversario, che però riesce a salvare la sua porta da un goal quasi fatto. Il campionato finisce qui, il Grottammare ha raggiunto il suo obiettivo (la salvezza) e ha mancato di pochissimo i play off… Con un po’ di fortuna in queste ultime due partite del campionato avremmo potuto fare qualcosa in più, ma è andata bene così. Ringrazio giocatori, collaboratori e tutti i tifosi che ci hanno seguito con assiduità in questa bellissima stagione calcistica che ci ha fatto crescere molto.
C’è già qualche novità certa per il prossimo campionato?
Discuterò con il presidente per quanto riguarda la continuazione o meno del mio ruolo di Direttore Sportivo. Ciò che più mi deluso in questa stagione è stato lo scarsissimo interesse da parte della città ed i suoi abitanti per la sua squadra calcistica. In questo anno abbiamo fatto tanto, e il vedere quanti pochi siano i veri sostenitori della squadra mi spinge più di ogni altra cosa a non confermare la mia presenza nel prossimo campionato.
Crede che la scarsa affluenza di tifosi potrebbe essere dovuta al fatto che la Samb, giocando in concomitanza, porta via molti tifosi biancocelesti?
Non è questo il problema. Al di là dei pochi spettatori è evidente la mancanza di affezione a questa squadra. Sono pochi quelli che veramente ci tengono. Ci vorrebbe l’aiuto di tutti, ma l’appoggio che riceviamo è quasi inesistente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 714 volte, 1 oggi)