BENEVENTO – Nessun colpo di scena, ma una sentenza di fatto già scritta. Un anno di squalifica per Mastrolilli, nei cui confronti la Disciplinare ha adoperato lo stesso metro di giudizio con cui ha fermato fino al 24 marzo 2006 Cichella della Rosetana, anche lui risultato positivo allo stesso metabolita della cocaina durante i controlli antidoping effettuati il 27 febbraio scorso. La Disciplinare ha dunque accolto in pieno la richiesta di pena formulata alla Procura Antidoping al momento del deferimento dell’attaccante sardo all’organo di giustizia competente. Una richiesta, quella dell’organo del Coni, comunque favorevole al giocatore, visto che il regolamento antidoping prevede per la prima infrazione uno stop di due anni, suscettibile di un ritocco al ribasso qualora all’atleta in questione vengano riconosciute circostanze attenuanti.
Ricordiamo che i dodici mesi di squalifica vanno conteggiati dalla data in cui il giocatore, in attesa di giudizio, è stato sospeso. Mastrolilli è fermo dal 24 marzo scorso e dunque potrà tornare in campo in una gara ufficiale la prossima primavera, a partire dal 24 marzo 2006.

Fonte: il sannioquotidiano.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 723 volte, 1 oggi)