PESARO – La Pesaro calcistica ieri mattina ha tirato un bel sospiro di sollievo. Il sodalizio biancorosso infatti, in agonia ormai da mesi (sulla sua testa pendono debiti per circa due milioni e mezzo di euro), è stato ceduto dall’ormai ex patron Giuseppe Bruscoli ad una cordata di imprenditori messa insieme dall’ex allenatore Enrico Piccioni – in cui compare anche Giuseppe Criniti, fratello del calciatore ex Samb, ma ora in forza al Varese, Totò – capeggiata dall’imprenditore di Acquaviva Picena Carlo Viviani, il quale ha fatto sapere che i programmi della neoentrata dirigenza sono molto ambizioni, e prevedono l’immediata promozione in C1, oltre al raggiungimento della serie cadetta. Staremo a vedere, certo è che ora molti, in riviera, guarderanno alle sorti del club biancorosso con un pizzico di simpatia in più.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 693 volte, 1 oggi)