GROTTAMMARE – La Perla dell’Adriatico, ma anche la “Vela? dell’Adriatico? Questo appellativo potrebbe essere calzante per la città di Pericle Fazzini, insignita questa mattina da ben 4 vele nella classifica stilata da Legambiente e dal Touring Club circa la qualità ambientale-turistica.
Grottammare si posiziona così al primo posto fra tutte le località costiere marchigiane nella classifica di Guida Blu 2005 (un vademecum che seleziona informazioni e dati su 250 comuni costieri italiani), aumentando tra l’altro il punteggio di ben quattro punti, passando da 81 a 85 su 100.
Questo risultato, unitamente alla riconferma della Bandiera Blu (riconscimento della FEE Italia per la qualità delle acque di balneazione) per il settimo anno consecutivo ha naturalmente fatti felici gli operatori turistici grottammaresi oltre che gli amministratori comunali: “C’è grande soddisfazione per questo ennesimo riconoscimento che premia il nostro lungo percorso di riqualificazione urbana e di attenzione all’ambiente, e sostanzialmente, questo modello di città che mette al centro di tutte le scelte il miglioramento della vivibilità urbana e della qualità della vita, innanzitutto dei cittadini e poi, ma è una diretta conseguenza, dei turisti che scelgono Grottammare?, ha infatti commentato il sindaco, Luigi Merli.
Non ci culleremo sicuramente sui cosiddetti allori – continua il Sindaco – perché i ricnoscimenti debbono essere necessariamente lo stimolo a un impegno ulteriore nella ricerca del miglioramento degli standard qualitativi della vita dei cittadini di Grottammare.? Il Sindaco elenca poi una serie di interventi che a partire dal 2006 ridefiniranno alcune parti di Grottammare: “Nel 2006 abbiamo in programma altri provvedimenti come la realizzazione della nuova piazza San Pio e della nuova piazza Kursaal, che renderanno più fruibile la nostra città, senza dimenticare la ristrutturazione del vecchio ospedale nel centro storico, e il nuovo sottopasso ferroviario che collegherà il casello autostradale con il lungomare, senza dimenticare un ulteriore tratto ciclopedonale sul tratto urbano della strada Valtesino.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 777 volte, 1 oggi)