GROTTAMMARE – *Siamo alle solite, con un grave ritardo si realizzano i nostri indirizzi politici, oggi Merli da grande rilievo ed importanza al “piano regolatore delle antenne?, ma forse si dimentica che è stata una proposta del cons. Raffaele Rossi fatta nel 1999.
Nella delibera di consiglio n°84 del 29/07/1999 dove si adottava uno strumento urbanistico per regolamentare le antenne, il consigliere di Alleanza Nazionale proponeva (si verifichino i verbali della seduta), una sorta di piano regolatore delle antenne per la telefonia, in modo di garantire la massima copertura del territorio con la minima emissione di onde elettromagnetiche.
La proposta fu immediatamente apprezzata, ma poi per non dare meriti politici alla minoranza, fu accuratamente lasciata nel dimenticatoio.
Fino a che un sindaco anzi due (anche quello di Ripatransone), magari realizzando (con un po’ di ritardo) che l’inquinamento elettromagnetico è una cosa seria, incaricano un professionista per redigere uno strumento che realizzi l’idea del cons. Raffaele Rossi.
Se come politici potremmo ritenerci soddisfatti, vista la chiara dimostrazione di capacità e lungimiranza politico-amministrativa, siamo rammaricati come cittadini.
Infatti dopo che tutti i gestori di telefonia hanno posizionato le loro antenne e acquisito dei diritti pienamente tutelati dalla legge, non sarà cosa facile convincerli a spostare i loro impianti, invece sarebbe risultata più semplice indicare loro la collocazione in fase di prima installazione.
Coadiuvati da un tecnico che fosse specificatamente specializzato ed avesse esperienza in materia di posizionamento delle antenne, insomma i tecnici che generalmente vengono consultati dai gestori di telefonia, tale strumento non poteva essere redatto dagli uffici comunali?
Speriamo di essere smentiti, ma il progetto rischia di essere una spesa che non porterà nessun beneficio ai cittadini, nessuno strumento potrà imporre ai gestori di telefonia di spostare gli impianti, quindi se essi non riposizionano le antenne di loro spontanea volontà il piano delle antenne rimarrà un bell’esercizio didattico.
*Alleanza Nazionale

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 778 volte, 1 oggi)