SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La città delle palme è in fibrillazione per l’ultimo e decisivo impegno che attende la compagine rivierasca. In quel di Padova – la Samb mette piede per la prima volta nel corso dei suoi ottantadue anni di storia sul prato dell’ ‘Euganeo’ – la squadra allenata da mister Ballardini sarà accompagnata dall’entusiasmo e dal calore di circa 1.500 tifosi. Nel pomeriggio infatti la dotazione del settore ospiti (curva nord), pari a 1.200 tagliandi, inviata in settimana dal sodalizio biancoscudato, è terminata. 400 erano stati destinati agli abituali punti vendita, vale a dire la libreria Nuovi Orizzonti ed il nuovissimo Samb Point, mentre i restanti 800 erano finiti in mano ai gruppi organizzati.
Letteralmente polverizzati. Nessuno vuole mancare all’ultimo atto di una stagione da ricordare, e seppure ancora molto deve essere fatto (leggi almeno un pareggio) perché diventi realtà quello che alla vigilia del torneo pareva essere molto più di un sogno, i tifosi palesano tutta la propria fiducia nelle possibilità di Colonnello e soci.
Quella che ci si appresta a vivere sarà dunque una delle trasferte più massicce di sempre – speriamo che alla fine potremo anche coniarla con l’appellativo di ‘memorabile’ – e solo per restare alla stagione in corso, si inscrive tra le prime quattro-cinque, dopo quelle di Napoli (2.500), Fermo (2.000), Giulianova (1.200), Teramo (1.200) e Reggio Emilia (1.000).
Una ragione in più, per gli uomini vestiti di rossoblù, di andare a giocarsi la partita, forti della spinta emotiva garantita dalla consistente porzione di ‘Riviera delle Palme’ che per un giorno si trasferirà all’ombra del Santo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 549 volte, 1 oggi)