SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non più di 24 ore fa Forza Italia aveva garantito di non voler alimentare ulteriori contrasti nella maggioranza in vista dell’odierno incontro con il sindaco. Una promessa che evidentemente non “valeva” per il vicesindaco Pasqualino Piunti, fatto oggetto oggi di un durissimo attacco da parte degli ‘azzurri’. Il partito della Cdl ha affidato ad un ‘velenoso’ comunicato, sottoscritto dal coordinamento comunale e dal gruppo consiliare, le proprie accuse. Forza Italia imputa a Piunti “la totale assenza” sulle problematiche delle residenze per anziani e della crescita esponenziale dei tossicodipendenti a S.Benedetto e il “silenzio” sulle vicende politiche della maggioranza. Insomma, un vero e proprio macigno sul già tormentato percorso politico-amministrativo della coalizione governativa, che questa sera vivrà una tappa cruciale con l’incontro programmato tra il sindaco e i vertici dei partiti.
Misurata la replica del vicesindaco, apparso in realtà sdegnato per l’inattesa ‘sortita’ di Forza Italia: “Prendo atto delle critiche che mi vengono mosse ma ritengo che il documento di Forza Italia sia davvero ingeneroso. Non vogliono rispondere direttamente se sarà necessario lo farà il mio partito”.
Pubblichiamo integralmente l’intervento di Forza Italia:
“Dobbiamo amaramente rilevare che il Vicesindaco Pasqualino Piunti, pur di far vedere la sua foto sui giornali, perde il suo tempo ad organizzare scherzi in danno degli alleati e dei suoi esponenti. Lo ha dimostrato dando alla stampa la sua versione di uno scherzo ai danni del nostro Assessore Latini, il quale, contrariamente a quanto fatto credere, ne è rimasto del tutto indifferente. Pur non volendo alimentare una superflua polemica politica sull’argomento, è tuttavia necessario precisare che FI non è assolutamente disposta ad esporre i propri rappresentati al dileggio da parte di nessuno. Nella fase attuale, confermiamo la fiducia e la nostra stima ai nostri Assessori e sulla base delle dichiarazioni del Sindaco Martinelli prendiamo atto che la verifica di giunta riguarda tutti, vicesindaco compreso.
Crediamo opportuno che l’Assessore Piunti, dopo essersi fatto incensare per quattro anni dalla stampa sulla istituzione centro diurno per malati di Alzheimer, faccia sapere alle famiglie come mai ad un certo punto è calato il silenzio su tale realtà. Spieghi la sua totale assenza sulla vicenda delle residenze sanitarie per anziani non autosufficienti, che penalizza la libera scelta dei cittadini sambenedettesi, visto che il caso, di sua competenza, è stato reso noto dal centrosinistra e dagli operatori della Rsa San Giuseppe. Spieghi come a S.Benedetto, città capofila e faro dell’Ambito Sociale 21, vi sia stato dal 2001 ad oggi un incremento esponenziale dei tossicodipendenti.
Vorremmo sapere come mai nei momenti di difficoltà dell’Amministrazione così come nelle grandi scelte progettuali, il vicesindaco di San Benedetto nonché vicepresidente provinciale di An è rimasto sempre in silenzio, senza prendere posizione, senza esprimersi politicamente. Citiamo un esempio a caso: abbiamo assistito al suo assoluto mutismo nel Consiglio comunale del 2 maggio, quando il suo gruppo consiliare ha proposto la mozione contro la vendita delle scuole. Invece ha fatto per l’ennesima volta il pesce in barile. Sarebbe troppo facile e poco coraggioso da parte sua esprimersi oggi sulla vendita delle scuole. E non ci venga a dire che il suo pensiero era noto da tempo. Se è così, perché non lo ha ribadito nel Consiglio del 2 maggio?
Caro vicesindaco Pasqualino Piunti, la città ha bisogno di amministratori che programmano, progettano e prendono posizioni sulle questioni politiche e amministrative. Poco gli importa di vedere le tue foto sui giornali. Ti auguriamo di volare alto… in senso metaforico, non con l’aereo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 645 volte, 1 oggi)