SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora Samb, ancora storia del mito rossoblù. Prosegue infatti la nostra ricostruzione della storia della squadra della nostra città. Questa settimana è la volta di Piero Pucci, attaccante di Sant’Egidio alla Vibrata che ci ha parlato della squadra degli Anni Sessanta, della San Benedetto di allora, con i suoi ritrovi, i suoi tifosi, le sue sfide contro l’Ascoli, e della sua rinuncia a seguire la Samb dopo le contestazioni all’allora presidente Ferruccio Zoboletti (“Ma potrei tornare allo stadio in occasione dei play-off“).
Di seguito proponiamo uno stralcio dell’intervista, riguardante il rapporto “bollente” tra il Piero Pucci attaccante dal baricentro basso della Samb e Carletto Mazzone, libero vecchio stile della Del Duca Ascoli.
*****
Si narrano sfide memorabili tra lei e Carletto Mazzone…
Era una guerra! “Dove vai nanetto?, mi diceva, oppure “Se ti avvicini ti spezzo in due?. La cosa mi innervosiva molto e mi caricava allo stesso tempo. Adesso però con Mazzone siamo diventati amici, mi è capitato più volte di incontrarlo in spiaggia durante l’estate e di scambiarci qualche parola. “Pucci, anche adesso sei più veloce di me?, mi ha detto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.425 volte, 1 oggi)