MONTEFIORE DELL’ASO – Sono passati più di nove mesi dalla seconda edizione della “Festa della Birra? ma in quest’arco di tempo i ragazzi organizzatori della festa della birra di Montefiore dell’Aso non sono stati con le mani in mano.
L’obiettivo primario dei ragazzi è quello di unire un gruppo di giovani al fine di realizzare una manifestazione che potesse far conoscere ulteriormente il paese e, con il ricavato, contribuire allo sviluppo di altri progetti. Il tutto, ovviamente, unito ad un po’ di sano divertimento.
Dopo alcuni incontri si è deciso di destinare parte del ricavato al Carnevale Montefiorano (manifestazione dalla quale è nata l’idea della Festa) e l’altra parte ad un progetto concreto per il nostro paese.
Nel frattempo il devastante maremoto del sud est asiatico aveva colpito la sensibilità dei giovani. Di comune accordo è stato versato un contributo sul conto corrente istituito dall’Amministrazione Comunale sostenendo così la causa delle povere vittime.
Un po’ di indecisione si è verificata invece quando si è trattato di stabilire che cosa realizzare di tangibile per il paese. Dall’acquisto di libri per la biblioteca comunale a quello di materiale per il nuovo nido, tante sono state le idee per dare contribuire ala crescita degli under 20 di Montefiore. Alla fine ha prevalso l’idea di acquistare dei tappetini omologati per i bambinopoli da sistemare sotto agli scivoli ed alle altalene. Le superfici di plastica resistente saranno collocate in questi giorni nelle tre aree giochi dei giardinetti, “Giocolandia? e Parco De Vecchis.
Ormai proiettati verso la terza edizione della Festa della Birra, che si svolgerà il 14 e 15 luglio, i giovani stanno ora lavorando alla costituzione di un comitato autonomo che funga da supporto (ed allo stesso tempo sia supportato) all’assessorato alle politiche giovanili. Il comitato avrà finalità ricreative indirizzate ai giovani, restando come punto fermo l’organizzazione della Festa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.153 volte, 1 oggi)