FOGGIA – Il patron non finisce mai di stupire. Coccimiglio ha interrotto il silenzio stampa: “Oggi ho saputo che su un sito di una radio privata è stata data la notizia dell’arrivo di un imprenditore di Favara che verrebbe ad affiancarmi nella gestione scucendo un pò di soldini. Peccato che io non sappia nulla di questo fantomatico nuovo socio. La verità è che si tratta di una vera bufala”. E divertito racconta un gustoso retroscena: “Sabato sera, prima della gara col Teramo, nell’albergo dov’era in ritiro la squadra è venuto un tizio spacciandosi quale rappresentante di una società canadese che avrebbe acquistato il Foggia in tempi stretti. Questo tizio ha detto ai giocatori: “state tranquilli e domani pensate a battere il Teramo, fra tre o quattro giorni vi pagherò tutti gli stipendi arretrati”. Io ero lì e l’ho buttato fuori dall’albergo. In questa città sono tutti bravi a parlare ed a farsi pubblicità. Nei fatti mai nessuno è venuto da me a farmi delle offerte”. “E’ vero, sono in difficoltà di liquidità, non ho vergogna a dirlo. Ma da qui a paventare il fallimento ce ne passa!! Io non sono uno stupidotto che faccio fallire il Foggia dopo averlo salvato investendo un sacco di soldi. Tra l’altro in Federcalcio ho delle fidejussioni per alcuni milioni di euro che scadono fra tre anni, in Lega ho crediti per 380mila euro e dunque il Foggia si iscriverà sicuramente al campionato. Ripeto, oggi come oggi sono al verde. I giocatori avanzano 5 stipendi, Moro ha fatto una richiesta di messa in mora con lo scopo preciso di liberarsi a costo zero ma che mai riuscirà a farlo perchè pagherò lui e tutti gli altri. Quanto all’Irpef e ai contributi Empals non versati, chiederò la rateazione come ha fatto la Lazio. Abbiamo difficoltà a pagare i vari fornitori, ci sono arrivate 3 ingiunzioni. A Napoli l’incasso ci è stato pignorato da Giannini e Pruzzo, quello di Chieti ci verrà pignorato su azione dell’ex preparatore atletico Ducci. Ma presto, molto presto, sistemerò ogni cosa perchè la mia società è sana. Io venderò il Foggia solo a chi è molto più forte di me. Davanti a lui mi inchinerei e lo ringrazierei”. Coccimiglio è così sicuro di quel che dice perchè, secondo voci rimbalzate da Firenze, tra 10 giorni risolverà tutti i problemi grazie ad una grossa operazione finanziaria. “E lei come fa a saperlo? Si, risolverò i miei problemi entro una settimana” conferma con l’aria di chi pensa in grande. E tra un sogno e l’altro annuncia “Scrivetelo pure, io non venderò mai nessuno dei giocatori più richiesti, eccezion fatta per Moro in comproprietà con l’Udinese. Potenzierò la squadra perchè voglio la B l’anno prossimo e tra 2 anni la serie A con qualificazione in Champions League. Voi non mi credete perchè non conoscete bene chi è Giuseppe Coccimiglio. Io sono un vincente, qui sono venuto per vincere”. Con Morgia confermato e l’arrivo di Renzo Castagnini nel ruolo di direttore generale? “Massimo Morgia ha lavorato bene, dobbiamo solo chiarire alcuni aspetti. Quanto a Castagnini spero di convincerlo ad accettare quando ci vedremo la settimana entrante”. Il tempo è galantuomo…

Fonte: foggiacalcio.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 556 volte, 1 oggi)