SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna di stretta attualità la spinosa vicenda della costruzione della nuova scuola Curzi. La Guardia di Finanza provinciale ha, infatti, fatto visita questa mattina in Municipio, presso gli uffici del settore lavori pubblici, per acquisire i documenti riguardanti il bando per la realizzazione del plesso scolastico. L’operazione è avvenuta su indicazione della Procura della Repubblica di Ascoli, che mira ad accertare la regolarità della gara d’appalto indetta dal Comune di S.Benedetto.
A far scattare gli accertamenti dell’autorità giudiziaria, le contestazioni dell’Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici che aveva sollevato più di un dubbio sulla conformità alla legge del bando di gara, in particolare sulla dichiarazione di non pubblica utilità degli edifici scolastici Trevisani e Borgo Castello, messi in vendita in blocco dal Comune, insieme ad altri tre immobili, in cambio della costruzione della nuova Curzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 899 volte, 1 oggi)