SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’estate è alle porte ma la Riviera delle Palme tarda a rifarsi il look. Le strade di S.Benedetto sono diventate, infatti, dei veri e propri percorsi da rally. Più volte, nei mesi scorsi, abbiamo sollevato il problema del precario stato di manutenzione delle vie cittadine, sollecitando un intervento immediato dell’Amministrazione. Ebbene, la situazione negli ultimi tempi è notevolmente peggiorata a causa del maltempo che ha imperversato sulla nostra città fino alla fine di marzo.
Non bastava il naturale logorio a cui è soggetto nel tempo l’asfalto, sulla tenuta del manto stradale hanno ‘infierito’ anche le avverse condizioni meteo che anche in questo scorcio d’inizio primavera hanno colpito la Riviera delle Palme. Il cattivo stato di molte vie di S.Benedetto, come testimoniano inequivocabilmente le immagini, è evidenziato dal campionario di buche, dossi innaturali, tombini ‘sopraelevati’ e sconnessioni varie dell’asfalto che quotidianamente mettono in pericolo la sicurezza e l’incolumità di pedoni, ciclisti, scooteristi e automobilisti. Via Calatafimi, via Ugo Bassi, Piazza S.Giovanni Battista, via Montello, via Carnia, via Valtiberina, via Sgambati: questa è solo un lista parziale delle strade ‘groviera’ di S.Benedetto che, attraverso un dettagliato reportage fotografico, abbiamo voluto sottoporre all’attenzione dei nostri lettori. (‘meritano’ una citazione anche via Piemonte, via Toscana e la Statale 16 nord).
Scorrendo brevemente l’elenco, si può notare come nessuna zona della città sia risparmiata dal ‘mal d’asfalto’. Da est a ovest, da sud a nord, senza distinzione tra centro e periferia, le strade dell’amata Riviera sono tutte indifferentemente bersagliate dalle buche ‘killer’.
L’Amministrazione comunale, non più tardi un mese fa, aveva promesso un corposo restyling di strade e marciapiedi, annunciando un sostanzioso stanziamento in bilancio per far fronte a quest’intervento. Lunedì scorso in consiglio comunale l’opposizione ha sollevato il problema, chiedendo la ‘testa’ dell’assessore ai lavori pubblici, Giovanni Poli. Tra polemiche e proteste la città attende un segnale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 846 volte, 1 oggi)