SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tutto in una partita. Il Porto d’Ascoli si gioca l’intera stagione in novanta minuti. Una concomitanza di eventi che hanno rimesso in ballo anche i biancocelesti. Dopo la salvezza ottenuta sul difficile campo del Monticelli, la vittoria ai danni del Comunanza è stata più che mai importante. Non solo per il valore psicologico ma soprattutto per aver riaperto le porte dei play off, chiuse da tempo.
La settimana scorsa il tecnico Grilli aveva detto che voleva conseguire un successo per tornare ad essere uno dei cinque protagonisti della graduatoria. La squadra lo ha accontentato specie nella prestazione, mai così perfetta. I biancocelesti sono scesi in campo concentrati, guardinghi nei confronti di un avversario che poteva lasciare delle sorprese e determinati nel conquistare i tre punti. Per la prima volta in questa stagione sono stati in grado di battere i rivali con ben quattro reti, di cui due segnati dal diciassettenne La Riccia.
Una soddisfazione doppia che deve essere concretizzata sabato con l’Acquaviva. Una gara piena di adrenalina, tensione e desiderio di andare avanti. Due attacchi messi a confronto, da una parte la coppia Del Toro-Traini e dall’altra Balletta-Neroni. Si preannuncia, quindi, una sfida ricca di reti e di emozioni fino al triplice fischio. Il Porto d’Ascoli ha la ghiotta opportunità di entrare nei play off dopo una travagliata stagione di risultati che sta concludendosi come previsto la scorsa estate.
Contro l’Acquaviva il tecnico Grilli potrebbe dare spazio ancora al secondo portiere Marco Induti, finora utilizzato una sola volta. Difesa a tre con Capecci, Spinosi e Giorgini. Centrocampo folto con Sergio Filipponi (rientra in seguito alle due giornate di squalifica) e Palanca in mezzo, Mestichelli (o Straccia) sulla corsia di sinistra e La Riccia sulla destra con Ivan Rocchi a fare il quinto aggiunto. In attacco Traini e Del Toro. Potrebbe disputare ancora qualche spezzone di gara Marconi Sciarroni, superato l’impatto con il rientro (ha rischiato anche di segnare).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 489 volte, 1 oggi)