Edicola e bar ospedalieri. Abbiamo letto sulle pagine locali del Resto del Carlino le giuste lamentele dei cittadini al riguardo dei servizi di edicola e bar, momentaneamente tolti all’ospedale sambenedettese ‘Madonna del Soccorso’. Il giornalista, a parer mio, ha esposto solo parzialmente il problema e da un unico punto di vista. Ce ne sono infatti altri, antichissimi e risalenti all’apertura delle suddette strutture che si sommano a problemi recenti, attualissimi.
I primi riguardano l’assegnazione negli anni 80 dei due appetitosi servizi commerciali. Il cosiddetto ‘appalto’ fu dato con molta, direi assurda, leggerezza quando la ‘prepotenza’ democristiana e socialista spadroneggiava in ospedale come in altre strutture pubbliche. Non credo che nessuno possa offendersi di queste mie parole nè che certi partiti politici, ora in fase di ristrutturazione dopo l’azzeramenteo provocato da ‘Mani Pulite’, possano obiettare o negare una sacrosanta verità. Basterebbe risalire ai nomi degli allora ‘vincitori’ dell”appalto’ per comprendere meglio. L’attuale ingarbugliata situazione porta probabilmente radici profonde risalenti a quel periodo. Non si spiegherebbe altrimenti la chiusura di due esercizi al posto di un semplice e lineare conferma o passaggio di consegne. Quando le cose nascono male… non possono che finire peggio, si dice a San Benedetto.
Probabilmente, come dicevo inizialmente, potrebbe esserci anche una motivazione più attuale creata da qualche furbo che vuole approfittare della situazione per screditare ancora di più e magari accelerare il processo di svalorizzazione del ‘Madonna del Soccorso’. Processo che dovrebbe giungere a conclusione il prossimo 31 dicembre. Quando il passaggio delle consegne al ‘Mazzoni’ di Ascoli Piceno sarà totale.
Una piccola cosa per capirci meglio: nessuna delle due motivazioni annulla l’altra. Sono, come si suol dire, diverse, convergenti e generatrici dello scandalo (ospedale senza edicola e bar) messo in evidenza oggi da un servizio del Resto del carlino.
Samb. La Samb di Ballardini va a Sora per giocarsi le ultime chance play off, ci va sicura di se e decisa a dare tutto per evitare recriminazioni.
Città bella. San Benedetto è in questo momento una specie di cantiere. Molte zone saranno restaurate per l’estate. Pare che anche le molte vie cittadine con l’asfalto in stato disastroso verranno rimesse a punto come le segnalazioni stradali. Una panchina del lungomare in stato pietoso è stata rimossa oggi. Non vogliamo prenderci meriti per averlo segnalato sul nostro settimanale. La rimozione era stata probabilemte decisa prima della nostra segnalazione che è di appena l’altro ieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 197 volte, 1 oggi)