SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ennesima ‘tegola’ sulla Samb. Colonnello non si allena a tempo pieno da diverse settimane – le solite infiltrazioni alla caviglia gli consentono di scendere regolarmente in campo la domenica – Bogliacino si sta riprendendo dalla strappo alla coscia e dovrà ancora una volta stringere i denti (Ballardini ripete il solito ritornello: “Sta a lui dirmi se intende scendere in campo dal primo minuto?); come se non bastasse, si è fermato anche Fabio Femiano, vittima di un ematoma renale: dalla serata di ieri il difensore rossoblù è all’ospedale civile di San Benedetto, dal quale dovrebbe uscire oggi o al massimo domani. Niente di particolarmente grave insomma, ma al ‘Claudio Tomei’ non ci sarà.
Per fortuna, tra tante notizie negative, c’è n’è una più positiva, quella relativa alla disponibilità dell’attaccante paraguaino Alejandro Da Silva, il quale è stato convocato per Sora. Partirà in ogni caso dalla panchina; la Samb che darà battaglia ai bianconeri del ‘vulcanico’ Eziolino Capuano sarà la stessa che giovedì pomeriggio abbiamo visto all’opera contro il Centobuchi, con l’unica eccezione costituita dall’inserimento di Alfredo Femiano (al posto del fratello), il quale torna in campo da titolare dopo la sfortunata apparizione del derby del ‘Riviera’ contro la Fermana.
Mister Davide Ballardini non pare in ogni caso turbato oltremodo da questo ulteriore contrattempo: “Mi dispiace per Fabio – sentenzia l’allenatore ravennate – l’importante è che non si tratti di niente di grave, vorrà dire che lo riavremo a disposizione per la partita contro il Martina. Per domani c’è pronto Alfredo che sta bene e farà certamente la sua parte. Preoccupato per le reiterate defezioni delle ultime settimane? Assolutamente no, il gruppo è in salute, a parte naturalmente gli infortunati, ed è convinto di continuare sulla strada intrapresa. Domani faremo una buona partita, abbiamo qualità e testa per venire fuori da situazioni ancora più critiche?.
Ballardini ostenta il consueto ottimismo e la solita cieca fiducia nei suoi calciatori, fermo restando che il match di domani potrebbe valere molto in chiave play off. “E’ vero – concorda l’allenatore rivierasco – se faremo bene quella di domani potrebbe costituire la partita della svolta, se invece non sarà così, credo cambierà poco. Dobbiamo stare tranquilli?.
Lo interroghiamo quindi sulla consistenza del prossimo avversario, un Sora reduce da quattro punti in due partite, in grossa ripresa dopo gli stenti del girone di andata.
“Avversario temibile, lo dimostrano il pareggio conseguito al ‘Tomei’ contro il Napoli e addirittura la vittoria in quel di Benevento. Si presentano con un bel biglietto da visita, non c’è che dire. Hanno tra l’altro in organico giocatori con molta esperienza, anche in serie B, calciatori che non credo siano da medio-bassa classifica nell’attuale girone e penso ai vari Luiso, Magliocco, Bricca, Ferraresi, Mea Vitali, Ghidini?.
Tutto vero, eppure la critica situazione in cui versa il sodalizio di via Lungo Liri potrebbe in qualche modo ‘distrarre’ gli undici di casa. La tifoseria ciociara sta iniziando a rumoreggiare e a chiedere chiarezza in merito alla situazione societaria: tutto a favore della Samb?
“Non faccio molto conto sui possibili vantaggi derivanti da questo aspetto – dice convinto Ballardini – anzi ritengo che le difficoltà rafforzino il gruppo. Prendete la Vis Pesaro, quasi retrocessa, senza stipendi, eppure continua a fare dispetti a squadre in lotta per la promozione o per la salvezza. Con il Sora partiamo alla pari?.
Infine chiediamo al mister rossoblù se, a tre partite dal termine, con i play off alla portata, inizia a sentire qualche responsabilità in più, dovute anche e soprattutto alla pressioni che una piazza passionale, e dunque esigente, come San Benedetto inevitabilmente comporta.
“Ci apprestiamo a vivere l’ennesima domenica con lo spirito di sempre, con la voglia di fare del nostro meglio – conclude Davide Ballardini – ci siamo sentiti responsabilizzati, tutti, sin dal primo giorno in cui siamo venuti a lavorare in questa splendida piazza, perché lavorare qui a San Benedetto significa essere coinvolti al massimo e dunque c’è sempre venuto abbastanza naturale dare il massimo. Siamo onorati, e continueremo ad esserlo sino alla fine, di rappresentare tanta gente che ci vuole bene; le responsabilità sono le stesse, pensiamo solo a continuare a regalare soddisfazioni in primis a noi stessi, come gruppo e come società, ed in secundis alla tifoseria?.
La probabile Samb del ‘Tomei’:
(4-4-1-1) Mancini, Taccucci, Colonnello, Canini, Femiano A., Cigarini, Amodio, Tedoldi, De Rosa, Bogliacino, Martini. A disposizione: Spadavecchia, Gazzola, Dominguez, Cornali, Favaro, Da Silva, Pompei, De Lucia. Allenatore Davide Ballardini

CANINI E TACCUCCI AL SAMB POINT. Venerdi pomeriggio i rossoblù sono tornati a far visita nel punto vendita ‘Samb Point’ di via Crispi, 121. Ad accogliere i numerosi tifosi accorsi, questa volta sono stati due baluardi della difesa di mister Ballardini, Michele Canini e Marco Taccucci. I due, ‘ospiti’ di Nando Vezzola, hanno con questa visita confermato l’abitudine che da qualche settimana vede i rossoblu protagonisti dei pomeriggi del fine settimana nel punto vendita.
Canini e Taccucci hanno apposto la loro firma sui numerosi gadget acquistati in loco dai tifosi, prevalentemente giovanissimi, ed hanno parlato con loro dell’imminente e delicata trasferta di Sora, importante tappa per la permanenza in zona playoff.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 598 volte, 1 oggi)