SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Cuprense ha le ore contate. Contro l’Acquasanta bisogna solo vincere. Con la Sangiorgese a quattro punti, errori non si possono più fare. I gialloblu sono attesi ad una prova di forza estrema, il titolo è questione di attimi.
A Grottazzolina, la Ripa tenta di recuperare il posto di qualche tempo fa. Anche se con la Grottese sarà dura visto che entrambe vogliono accedere alla zona promozione. Una gara rischiosa ma alquanto vibrante visto le ambizioni delle due formazioni a 180 minuti dalla conclusione.
L’Acquaviva, solida al quarto posto, vuole far capitolare anche un Petritoli a rischio play out. La squadra del tecnico Travaglini deve continuare sulla scia dei successi e il traguardo è raggiunto. Balletta e compagni non possono permettersi di mandare a monte i sacrifici di una stagione.
Salvezza in tasca, play off possibili. Il Porto d’Ascoli riceve la visita di uno speranzoso Comunanza. I biancocelesti tenteranno il tutto per il tutto per conquistare l’obbiettivo prefissato ad inizio campionato. Formazione al completo, i ragazzi del tecnico Grilli promettono il salto di qualità.
Il Grottammare non è finito. Mister Izzotti ha suonato la carica per lo sprint final. Contro il Todi, i biancoazzurri devono vestirsi del miglior abito e sfoggiare tocchi di eleganza e furbizia dei tempi passati. Ottimismo, determinazione per tornare tra le grandi.
Rischio play out per il Centobuchi. La gara con il Lucrezia, l’ultima della stagione, deve essere celebrativa. Concludere il campionato con un successo significherebbe terminare con la speranza di riproporsi il prossimo anno. I ragazzi di Marocchi devono stare attenti dietro, la corsa per non retrocedere è affollata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 488 volte, 1 oggi)