GROTTAMMARE – Ancora tre gare e anche la serie D chiude i battenti. Il Grottammare deve far presto, allora. Con la zona promozione così affollata i biancoazzurri devono trovare la forza, come poi è accaduto nel corso del campionato, di distinguersi lasciando le avversarie dietro.
Domenico Izzotti, tecnico del Grottammare, spiega il metodo da usare: “Dobbiamo continuare come abbiamo sempre fatto. Ultimamente non ho visto partite di calcio e la mia squadra essendo giovane ne ha subito le conseguenze. Si sono verificate situazioni ambientali sfavorevoli e ne abbiamo pagato l’atteggiamento. Mi auguro che in futuro non si ripetano simili circostanze.�
A secco di vittorie da quattro turni (l’ultima nella strepitosa gara con il Foligno finita 4-2 alla ventisettesima giornata), il problema è facilmente riconducibile a precoci entusiasmi. “Aver raggiunto la salvezza con largo anticipo – ha spiegato il trainer dei biancoazzurri – Esser venuti allo scoperto con l’obbiettivo dei play off, può aver gravato indirettamente sull’aspetto psicologico della squadra presa da tanta esaltazione. Comunque tengo a sottolineare che né la società né tanto meno il sottoscritto hanno spinto i ragazzi a lodarsi. Sono giovani e può capitare che vengano influenzati dagli eventi, a maggior ragione se positivi.�
Secondo le statistiche il Grottammare vanta più successi in trasferta che sul proprio terreno di gioco tanto che nelle tre tornate rimaste devono affrontare due gare fuori e una casalinga. Ma il tecnico Izzotti non sembra badarci: “Tutto è relativo, non importante se affronti chi è in testa o chi è in fondo, né se giochi tra le mura amiche oppure no. L’importante è raggiungere l’obbiettivo dei play off. Ci avevano dato per retrocessi ad inizio stagione, io dico che non siamo morti e non mi stancherò mai di ripeterlo.�
Domenica contro il Todi il trainer grottammarese si aspetta innanzi tutto una gara di calcio. La lezione di Sangiusto è servita per capire gli errori pagati sul campo disputando il più brutto incontro dell’anno. L’ottimismo sempre vigile nelle parole di mister Izzotti lo induce a concludere con “lotteremo fino alla fine.�

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 590 volte, 1 oggi)