SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A poche domeniche dal termine dei campionati di terza serie – senza naturalmente considerare le importanti appendici costituite da play off e play out – si è conclusa un’altra giornata all’insegna del tifo e delle presenze, non troppo numerose (salvo rare eccezioni), da Padova ad Acireale, nel girone A come in quello B.
Due i ‘pienoni’ fatti registrare, ambedue (naturalmente) in due impianti della divisione est: Napoli e Avellino, vale a dire piazze come minimo da serie cadetta. Al ‘San Paolo’ era di scena il Foggia, e sulle scalee dello stadio azzurro sono accorsi in 30.681, mentre al ‘Partenio’, per lo scontro diretto tra la prima e la seconda forza del girone, hanno presenziato 15.736 tifosi, con una rappresentanza ospite pari a circa 600 unità.
A Napoli segnaliamo peraltro gli scontri tra l‘uscita della curva A e piazzale Tecchio, dove circa 200 ultras partenopei hanno aspettato l’uscita dei tifosi del Foggia, dando un seguito al tentativo fatto tra primo e secondo tempo. Ha impedito che avvenisse il peggio il subitaneo intervento delle forze dell’ordine. Il bilancio finale è di otto agenti, tra carabinieri e poliziotti, feriti e cinque tifosi azzurri arrestati.
Tornando ai numeri della giornata spiccano, oltre ai dati della Campania, i 4.071 del ‘Riviera delle Palme’; per il resto davvero ben poco di rilevante.
E’ di 6.541 la media fatta registrare dai nove stadi della divisione est, mentre nella ovest è di appena 1.447, dato questo tra i più bassi dell’intera attuale stagione.
Dietro al citato stadio sambenedettese, troviamo il ‘Santa Colomba’ di Benevento (2.864), il ‘Giglio’ di Reggio Emilia (2.736) e il ‘Matusa’ di Frosinone (2.203). Ancora più bassi i dati che seguono: 1.888 spettatori a Lucca, 1.850 a La Spezia – gli ‘aquilotti’ sono praticamente fuori dai giochi play off; ecco spiegato lo strano ‘assenteismo’ dei tifosi liguri – 1.504 a Prato, 1.246 a Pavia (nonostante i secondo posto dei padroni di casa…), 1.157 a Novara, 1.151 a Teramo, 1.137 ad Andria, 1.082 a Sassari. Si contendono infine il triste primato degli impianti meno popolati dell’ultima domenica di aprile, il ‘Tupparello’ di Acireale (962), il ‘Tombolato’ di Cittadella (699), il ‘Benelli’ di Pesaro (480) e l’ ‘Angelini’ di Chieti (458).
Un’ultima annotazione. Nella classifica generale degli spettatori del girone B, quando mancano appena tre giornate alla chiusura della stagione regolare, al primo posto troviamo il ‘San Paolo’ di Napoli con una media, nel computo delle sedici gare disputatevi, assolutamente inedita per la categoria: 37.265.
Sul podio, ma in seconda posizione, troviamo il pubblico avellinese con 7.430 unità a partita; al terzo posto i tifosi del Foggia che, con ancora due gare da disputare allo ‘Zaccheria’, hanno totalizzato 5.553 spettatori di media. Se sulla quarta poltrona ci sono i sostenitori della Reggiana con 4.636 unità, in quinta posizione compare il ‘Riviera delle Palme’ con i suoi 4.088 ‘fissi’.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 477 volte, 1 oggi)