SANGIUSTESE: Grisogani, Committante, Sgambini, Savelli, Bellagamba, Gasparelli, Iazzetta, Cerbone, Petitti, Da Col, Palazzi. All Malloni.
GROTTAMMARE: Di Clemente, Cocciardo, Marcantoni, Del Moro, Moro, Traini(77′ Gasparoni) Coccia(83′ Potacqui), Marcucci, Pazzi, Gentili, De Reggi(65′ Bollettini). All Izzotti.
Arb.Giannotta; spettatori 300; angoli 4 – 6
15′ Tiro cross dalla destra di Da Col, la palla prende una traiettoria strana e colpisce a sorpresa il secondo palo. La Sangiustese sfiora così il goal dopo un quarto d’ora di gioco. 25′ Palla lunga diretta all’area del Grottammare, Cocciardo scivola sulla sfera facendola impennare, creando così un’occasione pericolosissima per gli avversari. Cocciardo è così costretto al fallo e l’arbitro assegna il rigore. Batte Cerbone, che realizza l’1-0 per la Sangiustese.
Dopo il vantaggio della squadra di casa la partita verrà giocata quasi esclusivamente a centro campo, ed i portieri saranno chiamati in causa di rado. I colpi di testa di Traini e Pazzi porteranno -di tanto in tanto- leggero scompiglio nell’area avversaria, ma la Sangiustese si rivelerà pronta a difendersi coi denti. Facendo catenaccio nella propria area e guadagnando tempo ad ogni occasione, i ragazzi di Malloni si porteranno a casa una vittoria poco esaltante, che -come commenta Pino Aniello, Ds del Grottammare- “Doveva essere un pareggio?. “Ma è andata com’è andata? -continua il Ds biancoceleste- “e noi non ci scoraggiamo di certo. Da domani ci rimbocchiamo le maniche e cercheremo di dare il massimo a Todi. Vogliamo arrivare ai play off, diventati per noi l’obiettivo più importante cui mirare.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)