Cultura. Il nuovo presidente del ‘Vivaldi’ ha dichiarato che musicalmente San Benedetto è da quarto mondo mentre Fermo, Ascoli ecc. hanno tradizione e storia, noi niente. Si potrebbero obiettare tre piccolissimi particolari: primo che, se siamo nati dopo, non è colpa nostra, secondo che la nostra città non va più intesa come singola realtà ma territorio (Ripatransone, Grottammare, Monteprandone, Acquaviva, Cupra Marittima ecc. nell’arco di 10 chilometri) che come tradizione e storia non ha nulla da invidiare alle città citate da Rutolo. San Benedetto può considerarsi semplicemente valore aggiunto non solo perchè ‘contiene’ 100 alberghi, quasi più del doppio di Ascoli, Fermo, Porto San Giorgio ecc. messi insieme. Terzo particolare: abbiamo la Samb che qualcosa rappresenta se il calcio viene giornalmente considerato un fatto culturale più che uno sport. Quando non viene ‘smaccato’ da pochi sconsiderati. Se ne parla più di tutte le altre cose messe insieme! Ognuno ha la propria storia che nessuno può inventarsi, rispettiamoci quindi nelle reciproce diversità. Anche se, ripeto, San Benedetto del Tronto è la Riviera delle Palme che di storia ne ha da vendere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 1 oggi)