SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’opposizione riapre la questione del condono Ici e Tarsu che già tante polemiche ha creato nei mesi scorsi. A scatenare di nuovo le rimostranze del centrosinistra, le risultanze di un’interrogazione del capogruppo Ds, Giovanni Gaspari, che avrebbero accertato l’incompatibilità del consigliere comunale Bianconi (Azione Indipendente) a partecipare e quindi a votare la delibera presentata in consiglio lo scorso 28 febbraio.
“Già nel corso della seduta consiliare – ha spiegato Gaspari nel corso di una conferenza stampa, alla quale sono intervenuti anche il segretario della sezione Ds di Porto d’Ascoli, Evangelisti, il consigliere Franceschini e il coordinatore della Margherita Manfroni – riportai il parere di un giurista che sosteneva, in base all’art. 78 del D.Lgs. 267/2000, l’obbligo d’astensione per quei consiglieri comunali che risultino patrocinatori di liti pendenti in materia Ici e Tarsu presso la Commissione Tributaria. In quell’occasione i consiglieri Calvaresi e Forlì abbandonarono l’aula e non parteciparono al voto?.
Successivamente il capogruppo Ds presentò un’interrogazione per chiedere se risultassero altri consiglieri incompatibili. La risposta del Dirigente del settore Servizi Finanziari, datata 18 aprile 2004, non lascia spazio a dubbi: il consigliere Mario Bianconi risulta patrocinatore di liti condonabili in materia Ici. “Ora sappiamo con certezza che il conflitto d’interesse di Bianconi ha inficiato la validità del voto sul condono. Difficilmente, infatti, se l’esponente di Azione Indipendente fosse uscito, la maggioranza avrebbe raggiunto il quorum per l’approvazione?.
Gaspari getta altra benzina sul fuoco: “Nel corso della seduta consiliare del 28 febbraio Azione Indipendente fece capire chiaramente con un preciso diktat che l’approvazione del bilancio sarebbe passata attraverso quella del condono su Ici e Tarsu?.
Il capogruppo Ds invoca l’immediato dietrofront del sindaco Martinelli: “Preso atto di questa situazione, dovrebbe agire di conseguenza sollecitando l’annullamento dell’atto approvato illegittimamente. Se non saranno presi provvedimenti, andremo fino in fondo e faremo istanza al Tar?.
“Spero che tutto ciò sia avvenuto in buona fede – aggiunge Gaspari – ma quanto meno questa vicenda è stata affrontata con molta leggerezza. Invito il consigliere Bianconi a chiedere scusa alla città?.
Gaspari chiude il suo intervento con un’ultima segnalazione: “L’elenco dei contenziosi Ici fornito dall’ufficio Servizi finanziari del Comune evidenzia l’anomala posizione del dott. Ciampolillo che risulta patrocinatore, presso la Commissione tributaria provinciale, sia del Comune sia dei concessionari di spiaggia ricorrenti?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)