SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gli agenti del Corpo forestale hanno sequestrato piatti pronti e sugo al ‘Sudan rosso 1’, per un totale di 103 quintali di prodotto surgelato, sono stati sequestrati presso la ditta di stoccaggio Central Frigo di Porto d’Ascoli. Gli agenti hanno proceduto al sequestro preventivo di 989 cartoni da 400 grammi ciascuno di pennette ‘alla puttanesca’ surgelate (per un peso di oltre 30 quintali di prodotto), e di 73 quintali di sugo pronto surgelato piccante.
Le confezioni, stoccate, erano già state ritirate dal commercio a cura della ditta distributrice. Il primo filone di indagine era scaturito proprio nelle Marche un anno fa, in seguito all’allerta alimentare lanciato dalla Asl di San Benedetto. Era stata vietata la commercializzazione di prodotti contenenti, tra gli altri ingredienti, il peperoncino trattato con il Sudan, un colorante proveniente dall’India e utilizzato nell’industria tessile.
Tra agosto 2004 e marzo 2005 il Cfs ha sequestrato 4.625 confezioni tra sughi, piatti pronti e zuppe di pesce a base di peperoncino ‘colorato’. La Spezia, considerata cancerogena genotossica, era stata importata dall’ India da una ditta di Pescara. Il pericoloso agente tossico ha contaminato 1.100 quintali di cibi pronti surgelati e di preparati a base di sughi al peperoncino, anche di marche famose.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.435 volte, 1 oggi)