SORA – Chiarezza. E’ quello che chiedono i tifosi sorani in relazione alla vicenda dello sciopero che ha interessato gli atleti bianconeri, che si sono rifiutati nei giorni scorsi di scendere in campo per gli allenamenti settimanali. La vicenda sembra essersi chiusa con la diffida della società agli atleti a scendere in campo, forte del regolamento della lega, e con un comunicato degli atleti che, rivendicando i loro diritti (soldi), assicurano ai tifosi il loro impegno fino alla fine del torneo.
“Non lasciare morire l’A.S. Sora?. Con questo slogan gli ultras bianconeri hanno tappezzato la città di volantini con il quale portano a conoscenza di tutti i tifosi bianconeri dell’organizzazione di un corteo di protesta che partirà domani, sabato 23 Aprile, dal piazzale dello stadio ‘Tomei’ alle ore 17 per raggiungere la sede sociale in via Lungoliri Cavour. Nel ricordare a tutti i tifosi che il Sora può vantare ben 98 anni di gloriosa storia calcistica alle spalle, i ragazzi della curva invitano tutti i tifosi, sportivi e semplici cittadini a partecipare a questa manifestazione di protesta verso l’attuale situazione societaria.

Fonte: forzasora.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 336 volte, 1 oggi)