FOGGIA – I calciatori del Foggia sono scesi in sciopero, saltando il consueto test del giovedì a causa del mancato pagamento degli stipendi arretrati promessi dal patron Giuseppe Coccimiglio. A parere della società a pilotare lo sciopero pare che siano stati un paio di calciatori, dei quali al momento non si conoscono i nomi. Coccimiglio aveva dichiarato alla squadra di pagare parte degli arretrati entro martedì, poi spostato a mercoledì, fino alla promessa che domani avrebbe mantenuto i suoi impegni. Ora con la gara alle porte del San Paolo contro il Napoli, nessuno si aspettava una reazione così decisa e ferma della squadra. Nel caso in cui Coccimiglio dovesse provvedere domani a pagare gli stipendi, la squadra potrebbe riprendere gli allenamenti. Irritato lo stesso patron del sodalizio dauno, il quale ha detto: “E’ un segno evidente di scarsa professionalità e di mancanza di rispetto per la città. Se lo sciopero non sarà sospeso, contro il Napoli potrei schierare la Berretti“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 403 volte, 1 oggi)