SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Benedetto e la motonautica, guai a chi li divide. E infatti, dopo l’appuntamento della scorsa estate che ha riscosso tanto successo di pubblico, anche quest’anno il campionato farà tappa in Riviera, precisamente sabato 9 e domenica 10 luglio.
La presentazione dell’evento e dell’intero Campionato Italiano di moto d’Acqua 2005 è avvenuta questa mattina presso l’Auditorium Comunale, alla presenza del Vice Presidente nazionale della Federazione Italiana Motonautica Enrico Sirri, del presidente del Comitato Regionale Emilia Romagna e delegato per la Regione Marche Angelo Metti, del presidente del Sailor’s Heaven Club di San Benedetto Marco Pennesi (recente vincitore del Campionato del Mondo nella categoria Power Boat P1), dell’Assessore allo Sport Pierluigi Tassotti, dell’Assessore alla Cultura Bruno Gabrielli e uno degli organizzatori dell’avvenimento, Francesco Libbi. Era presente anche il campione del mondo Alberto Monti, uno dei più forti piloti d’acqua in circolazione.
Per la tappa sambenedettese è previsto l’arrivo, già venerdì 8, di circa 150 atleti, che si apposteranno nell’area dell’ex galoppatoio e che nei giorni delle gare daranno spettacolo nel tratto di mare compreso tra la foce dell’Albula e il molo sud del porto. Le categorie in gara, oltre che divise per sesso, riguardano essenzialmente il modello Ski (si guida la moto d’acqua stano in piedi sul mezzo) e Runabout (si guida stando seduti).
L’appuntamento del 9 e 10 luglio si preannuncia importante sia per il movimento turistico indotto, sia per le ripercussioni di immagine: una suggestiva sintesi della tappa sambenedettese dello scorso anno fu poi trasmessa su Raisat e in diverse televisioni private italiane.
Enrico Sirri ha spiegato che la scelta di presentare il campionato italiano a San Benedetto deriva sia “dall’ottima accoglienza e organizzazione? dello scorso anno, sia perché “la città ha voluto essere fortemente protagonista di questa manifestazione.? Ci sono inoltre diversi progetti in itinere in questo campo: dall’avvio di scuole di salvamento a mare a bordo di moto d’acqua, a delle vere e proprie ‘palestre’ per avviare i ragazzi verso questa disciplina sportiva che, nata una ventina di anni fa, ha avuto sempre maggiore successo grazie alla grande spettacolarità.
Non possiamo che essere felici di ospitarvi di nuovo – ha dichiarato l’assessore Gabrielli – perché lo scorso anno abbiamo verificato quanto i turisti e i sambenedettesi abbiano apprezzato le acrobazie delle moto d’acqua?. L’assessore Pierluigi Tassotti ha detto che “pur se San Benedetto conosceva poco questo sport, il nostro obiettivo è quello di far diventare l’appuntamento fisso per la nostra città.? Parole che si combinano con quelle di Angelo Metti, il quale ha spiegato che “lo scorso anno l’organizzazione è stata perfetta al 200%?.
Sono un appassionato di moto d’acqua, anche se, forse a causa dell’età, non le guido più?, ha scherzato Marco Pennesi, secondo il quale si può ipotizzare, in futuro, anche l’arrivo dell’off-shore a San Benedetto, “anche se in questo caso va compiuto un notevole sforzo organizzativo.?
La tappa sambenedettese, sponsorizzata da Radio Azzurra, vedrà nuovamente una grande festa, sabato 9 luglio, presso lo chalet Da Luigi, alla quale parteciperanno tutti gli atleti.
Le altre tappe della manifestazione sono Iesolo (30 aprile-1° maggio), Fano (14-15 maggio), Palermo (11-12 giugno), Dongo (30-31 luglio), Ostia (17-18 settembre).

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.699 volte, 1 oggi)