SORA – Promesse non mantenute: questo il motivo che ha indotto la squadra bianconera a disertare questo pomeriggio la seduta di allenamento allo stadio ‘Claudio Tomei’. Da parte della società non sono arrivate le garanzie di carattere economico pattuite, almeno a detta dei calciatori, ed è così saltata la canonica ripresa del martedì. Eziolino Capuano ha comunque regolarmente convocato per domani mattina un nuovo allenamento, che però, a questo punto, è improbabile possa svolgersi, a meno di modifiche dell’ultima ora, magari in seguito alla riunione dirigenziale che, mentre scriviamo, lo staff societario sta svolgendo. Probabilmente decisive, ai fini del provvedimento, le dichiarazioni di colui che, dopo l’addio di Pasquale Annunziata (dicembre 2001), ha traghettato fino ad ora il sodalizio societario bianconero, il coordinatore Enzo Di Stefano, che proprio domenica, dopo la gara contro il Napoli, ha annunciato il suo congedo dalle vicende sorane. Privi di un forte referente come lui, la squadra ha reputato opportuno premunirsi attuando questa drastica decisione. Irrevocabile, considerando che, tra gli altri, proprio Capuano, in collaborazione con il responsabile dell’area tecnica Vittorio Cozzella, ha cercato di far rientrare l’allarme a pochi minuti dall’inizio dell’allenamento odierno, tentando una difficile quanto inutile opera di convincimento. Che si è rivelata proprio così: difficile e soprattutto inutile. Almeno finora.

Fonte: ilgiornalenuovo.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 396 volte, 1 oggi)