SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I play-off all’ultimo colpo. Se la corsa per la promozione diretta si è incredibilmente riaperta e in coda il primo verdetto (non matematico) si può dichiarare espresso con la retrocessione della Vis Pesaro in C2, il vero conto alla rovescia che preme ai tifosi di fede rossoblù è quello delle squadre che accederanno agli emozionanti spareggi per la (parolona) Serie B.
A quattro gare dalla fine, sono ancora cinque le squadre che si contendono gli ultimi due posti disponibili. Lunedì scorso, nello scontro diretto con la Spal, la Samb ha di fatto eliminato la sesta antagonista.
Cominciamo la nostra analisi dalla ‘coda’ di questo trenino.
LANCIANO: ultimamente il cammino degli abruzzesi si è fatto più faticoso. Tuttavia hanno dalla loro due scontri diretti, in trasferta a San Benedetto domenica prossima, in casa, all’ultimissima di campionato, con la Reggina. Previsioni? La squadra di Andrea Soncin verrà a San Benedetto, essenzialmente, per non perdere. Inutile pensare ad una formazione che giocherà il tutto per tutto già al “Riviera?. Un punto a San Benedetto e seinelle successive due partite contro Cittadella e Vis permetterebbero ai frentani, probabilmente, di giocarsi il campionato contro la Reggiana: con una vittoria andrebbero a quota 5 1. Possibilità di centrare i play-off 10%.
PADOVA: dopo un ottimo girone di andata sono arrivate due sconfitte consecutive contro Napoli e Benevento che possono abbattere anche l’animo di un toro. A meno che mister Ulivieri non riesca a scuotere il gruppo. Il Padova ha il vantaggio di gestire due scontri diretti in casa (Reggiana e Samb), mentre in trasferta a Teramo, alla 33° giornata, potrebbe trovarsi di fronte una squadra demotivata (anche se, con il nuovo presidente Polverino appena insediato, è probabile che nessun giocatore teramano voglia fare brutta figura in vista del prossimo campionato). Probabilità play-off 15% (deve vincere tre partite su quattro per superare quota 50).
REGGIANA: il punto di Rimini per ripartire. Gli emiliani hanno dalla loro sei punti quasi certi nelle partite casalinghe e due scontri difficilissimi in trasferta, anche se con il Lanciano c’è la possibilità non remota che la squadra abruzzese sia oramai fuori dai giochi. Bisogna anche valutare il ricorso riguardo lo 0-3 a tavolino per la gara Reggiana-Benevento 1-2 (ma sarebbe assurdo ridare i tre punti alla ‘Regia’, in barba alle severe misure anti-violenza di questi tempi). Con sei punti nelle partite casalinghe, ci sarebbe bisogno di un colpaccio esterno per avere la certezza dei play-off. Possibilità play-off 20%.
SAMB: delle quattro partite in programma la pià semplice, sulla carta, potrebbe essere quella contro il Martina, che alla 33° potrebbe essere già salvo. Una vittoria contro il Lanciano escluderebbe la rivale e proietterebbe la Samb in alto: con sette punti in quattro partite, i play-off sono conquistati al 90%, grazie alla migliore classifica avulsa contro Reggiana e, per ora Padova (3-1 all’andata, servono oltre due gol di scarto dei veneti per ribaltare la situazione). Decisiva sarà la trasferta di Sora. Possibilità play-off: 25%
BENEVENTO: ha superato domenica scorsa l’esame più difficile, svoltando a suo favore previsioni precedentemente negative. Ha tre partite molto abborabili ma anche una trasferta sul campo più difficile del campionato, quello di Rimini. Ma è la favorita numero uno. Possibilità play-off 30%
Di seguito riportiamo il calendario delle ultime quattro giornate. In maiuscolo le partite in trasferta:
Samb 44 (18): Lanciano, SORA, Martina, PADOVA.
Benevento 44 (21): Sora, RIMINI, Giulianova, FERMANA.
Reggiana 43* (14): Fermana, PADOVA, Spal, LANCIANO.
Padova 43 (19): CHIETI, Reggiana, TERAMO, Samb.
Lanciano 41 (16): SAMB, Cittadella, VIS PESARO, Reggiana.
*ricorso contro la decisione dello 0-3 a tavolino nella partita Reggiana-Benevento

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 541 volte, 1 oggi)