GROTTAMMARE – Si terrà questa sera, a partire dalle ore 21:30, il Consiglio Comunale di Grottammare. La seduta, chiamata a discutere undici punti all’ordine del giorno, si aprirà comunque con due interrogazioni presentate nelll’ultimo Consiglio Comunale dai gruppi di minoranza. Come si ricorderà in quella circostanza si verificò una frattura tra i consiglieri di centro-destra e la maggioranza del centro-sinistra, tanto che tutti i rappresentanti della Casa delle Libertà abbandonarono il Consiglio, che poi approvò il Bilancio 2005. Si spera che questa sera, pur in una dialettica politica naturale, le due parti non giungano ad uno scontro di tal livello. Le due interrogazioni, ad ogni modo, riguardavano la nota vicenda Mazzagufo-Marconi relativa alla concessione di pescaturismo.
Il primo punto all’ordine del giorno riguarda, comunque, il progetto di fusione tra le società Vettore Servizi Ambientali Integrati Spa e Ciip-Cicli integrati impianti primari Spa (oltyre che l’approvazion del nuovo statuto della società Ciip Spa). Il Consiglio Comunale potrebbe dunque legittimare il Sindaco Merli a presenziare alla seduta che si terrà l’indomani fra tutti i rappresentanti degli enti pubblici che compongono l’attuale Spa che gestisce il servizio idrico nel Piceno.
Altri punti all’ordine del giorno riguarderanno la possibilità di concedere ad una ditta individuale di realizzare un edificio per la produzione e consumazione di cibi cotti nell’ambito del Pip Valtesino, il piano di recuper di un immodibile esistente nel nucleo Ottocentesco del centro (zona marina), la variante di un piano di lottizzazione in zona Valtesino, alcune precisazioni relativa al Piano Particolareggiato di recupero del centro-storico.
La seduta terminerà con tre mozioni e un ordine del giorno. Le mozioni riguarderanno i seguenti argomenti:
– trasparenza dei prezzi dei prodotti agroalimentari, presentata dalla Confederazione italiana agricoltori che propone di indicare l’indicazione del prezzo di origine e del prezzo di vendita della merce per favorirne la comparazione da parte dei consumatori;
– progetto “Città amiche delle foreste?, con la quale Greenpeace chiede l’impegno diretto di tutti gli enti di evitare acquisti che possano penalizzare gli equilibri delle foreste (per esempio l’invito a consumare carta riciclata).
La terza mozione è stata presentata dal consigliere di minoranza Raffaele Rossi.
L’ordine del giorno, invece, è stato promosso dalle Province marchigiane e si ispira ai principi della solidarietà internazionale. Riguarda le condizioni del Popolo Saharawi, rifugiato nel deserto del Sahara occidentale da oltre 30 anni, al quale viene ostacolata la possibilità dell’autodeterminazione, ossia il riconoscimento dell’identità di nazione. Il documento costituisce un appello all’Onu e agli organismi preposti a garantire la pace internazionale. Come si ricorderà l’Amministrazione Comunale di Grottammare è da diversi anni in contatto con le popolazioni Saharawi: diversi gruppi familiari e di bambini sono stati ospitati dalle famiglie grottammaresi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 652 volte, 1 oggi)