CITTA’ DEL VATICANO- Ore 17,50, quel filo di fumo, solo in apparenza grigio, scatena l´entusiasmo di una Piazza San Pietro poco prima silenziosa e distratta da un pomeriggio qualunque. La gente comincia a correre verso la Basilica e capisce subito che qualcosa sta succedendo. Tutti con il naso all´insù, con lo sguardo fisso verso quello che poteva essere, a certe distanze, scarsamente visibile. Saranno poi le campane e i maxischermi sistemati ai lati della piazza a dare la conferma che tutti attendevano dall´inizio del Conclave lunedì 18 aprile. Inaspettata, dalla canna fumaria sulla copertura della Cappella Sistina, quella colonna grigia che si levava verso il cielo confondendosi tra le nuvole di un pomeriggio che annunciava pioggia, è arrivata la fumata bianca. Un boato di gioia da Piazza San Pietro che comincia a riempirsi. Aspetteranno cinquanta minuti prima che quello che era solo un dubbio diventi sbalorditiva conferma. E´ stato nominato il nuovo Papa. A dare il solenne annuncio al popolo alle 18 e 43 è il Cardinale Jorge Arturo Medina Estévez dalla loggia esterna della benedizione della Basilica vaticana: Il cardinale Joseph Ratzinger è stato eletto Sommo Pontefice. E´ il 265° successore di Pietro ed ha scelto il nome di Benedetto XVI. “Annuntio vobis gaudium magnum, habemus papam”. ”Cari fratelli e sorelle, dopo il grande papa Giovanni Paolo II i signori cardinali hanno eletto me un semplice e umile lavoratore nella vigna del Signore”. Sono le prime parole che il nuovo Papa, Benedetto XVI, ha rivolto alla folla plaudente in piazza San Pietro. ”Mi consola il fatto che il signore sa lavorare e agire anche con strumenti insufficienti e soprattutto mi affido alle vostre preghiere”. E’ quanto ha detto Benedetto XVI, Joseph Ratzinger, nuovo papa della chiesa cattolica. Andiamo avanti, il ”Signore ci aiutera”’, Maria ”sta dalla nostra parte”.
Il Conclave ha così scelto il Cardinale Joseph Ratzinger quale nuovo Pontefice che è stato eletto al quarto scrutinio e dopo un giorno e mezzo di conclave. Una durata così breve, 36 ore, si ebbe soltanto con Pio XII al quale nel 1939 occorsero tre scrutini per essere eletto. Intanto risuonano le campane ditutte le chiese della capitale. Il nuovo Papa ha scelto di cenare a casa Santa Marta. Domattina alla nove celebrerà la santa messa e farà un’omelia in latino. E poi ha annunciato anche una decione che tutta la gente si aspetta. Una santa messa di inizio del pontificato. Domenica prossima Piazza San Pietro diventerà l’inizio ufficiale per l´incoronazione. L´impatto emotivo di questo evento è stato molto forte. Nella mente l´immagine del nuovo Papa, nel cuore il ricordo di Karol Wojtyla.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.635 volte, 1 oggi)