Restano in carcere i tre ultras juventini fermati per i tafferugli che hanno preceduto mercoledì sera la partita Juve-Liverpool. Lo ha stabilito l’udienza di convalida dell’arresto svoltasi stamattina che ha fissato il processo al 27 aprile. Una decisione severa – ha poi commentato il procuratore capo di Torino Marcella Maddalena – che gli inquirenti avrebbero comunque preso anche senza i recenti interventi del ministro Giuseppe Pisanu.
Sono stati trasferiti nel penitenziario delle Vallette Andrea Tommolini, 24 anni, residente in provincia di Teramo; Paolo Altomonte, 29 anni, di Sant’Angelo Lodigiano e Roberto Pastorino, 33 anni, di Genova. Sono accusati di lancio di oggetti pericolosi e resistenza a pubblico ufficiale, Pastorino anche di danneggiamenti e lesioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.343 volte, 1 oggi)