SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Diverse novità in seno alla Samb. Tutte, o quasi, negative: Da Silva dovrà operarsi al dito infortunato nella gara contro il Chieti, o al limite mettere il gesso. L’entourage rivierasco conta di recuperarlo per le ultimissime gare di campionato, ma è una speranza, nulla più. Domani il paraguiano si sottoporrà ad una visita presso uno specialista, dopodiché sapremo con certezza come si muoverà lo staff medico della Samb.
Bogliacino invece, a Rimini per curare lo stiramento patito alla coscia, rientrerà solo domani. In base agli ultimi esami effettuati pare che la cicatrice si sia rimarginata del tutto, dunque potrebbe tornare utile per Ferrara, anche se Ballardini si affretta a precisare: “Mariano domani torna da noi, però non so dire con certezza se lunedì sera sarà in campo. E’ guarito, questo sì, ma sta a lui dirmi se se la sente di rendersi disponibile?.
Oggi pomeriggio intanto la squadra rossoblù ha effettuato la partitella in famiglia in programma, in un primo momento, per questa sera –ma all’ultimo sono sorti dei problemi circa l’impianto di illuminazione del Riviera. Due le note dolenti: Colonnello non è sceso in campo per il solito fastidio all’inguine che lo tormenta da qualche settimana (non è comunque in dubbio per Ferrara), mentre Gazzola, il quale ha giocato il secondo tempo al posto di Canini – risparmiato in virtù della partita disputata martedì scorso con la Nazionale Under 20, al ‘Biondi’ di Lanciano – si è fatto male alla caviglia: una brutta distorsione che quasi certamente lo terrà fuori in vista della trasferta emiliana.
L’amichevole è terminata con il risultato di 1 a 0 per i ‘titolari’ (gol di Leon su rigore), schierati da mister Ballardini con Mancini in porta, il quartetto difensivo composto da Taccucci e Femiano Alfredo esterni, Canini e Femiano Fabio centrali; in mezzo il duo De Rosa-Amodio, mentre sugli out, a destra Leon e a sinistra Tedoldi; in avanti il solo Martini, coadiuvato da Cigarini, posizionato a raccordo dei due reparti.
Nel secondo tempo il tecnico rossoblù, oltre alla già citata sostituzione di Canini, ha tirato fuori De Rosa per riportare Cigarini più dietro, in aggiunta all’inserimento di Pompei, a supporto di Martini.
In ambedue i casi dunque una sorta di 4-4-1-1, anche se Ballardini ci ha confessato che, qualora potrà contare su Bogliacino, opterà per il ‘solito’ modulo ad ‘alberello di Natale’, con il conseguente impiego di uno tra Cigarini e Tedoldi come esterno di centrocampo.
Gli abbiamo infine chiesto ‘lumi’ riguardo le condizioni di Giovanni Pompei, l’infortunato ‘eccellente’ da tempo immemore: “Il ragazzo – conclude Ballardini – è sulla buona strada, ma non ha i 90 minuti nelle gambe. Non è ancora pronto per giocare, al limite può andar bene la panchina: fa molta fatica a livello di rapidità e resistenza. Martini titolare? Credo di sì, sta bene da diverse settimane. Lui non è un problema?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 616 volte, 1 oggi)