*L’affidamento della gestione del Porto Turistico di San Benedetto del Tronto è uno degli obiettivi più importanti che l’amministrazione comunale deve centrare nel breve periodo favorendo le decisioni che la Capitaneria di Porto si troverà ad adottare.
L’intesa tra il Circolo Nautico e la lega Navale va vista con favore poiché si tratta di realtà accreditate e qualificate in materia di gestione degli spazi per la marineria da diporto, oltre che competenti per quanto concerne le reali esigenze di servizi a terra.
Le posizioni assunte da chi avanza ipotesi di affidamento del Porto Turistico alla Multiservizi, sono quantomai discutibili poiché la Multiservizi non ha alcuna competenza in materia, né personale da assegnare per le funzioni di gestione, né risorse finanziarie per gli investimenti che sarà necessario avviare.
Sarebbe sbagliato ostacolare quel processo di sussidiarietà invocato nel programma elettorale con il quale il centro-destra si presentò agli elettori nel 2001, proprio per quegli effetti che si ripercuoterebbero negativamente sui procedimenti di esternalizzazione dei servizi ad associazioni senza fini di lucro.
La posizione di Alleanza Nazionale, così come puntualizzata in più di una occasione dal presidente provinciale Guido Castelli, è quella di contribuire ad una risoluzione dell’intera vicenda attraverso l’affidamento diretto alle associazioni che da anni si occupano del settore. Resta comunque auspicabile una discussione più attenta e puntuale all’interno di AN al fine di approfondire un tema di grande interesse per la città di San Benedetto del Tronto.
* Luigi Cava, Dirigente Provinciale AN

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 473 volte, 1 oggi)