SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si chiama “Giovani in meta 2005? l’iniziativa che vedrà protagonista il Rugby Club Sambenedettese 1973 nella giornata di sabato 16 aprile alle ore 18:00, presso lo stadio Ballarin. Si tratta di un momento in cui la società sambenedettese cercherà di avvicinare i giovanissimi a questo sport, in apparenza rude ma in realtà contraddistinto da un’altissima lealtà e dal rispetto reciproco. Nel corsdo della manifestazione sarà possibile assistere ad un allenamento-partita dimostrativa degli atleti rossoblù Under 13, Under 15, Under 17 e verranno fornite informazioni per coloro che si interesseranno a questo sport.
Alle 18:30 verrà offerto un buffet a tutti coloro che avranno partecipato all’iniziativa.
“Si tratta di una giornata di promozione per del rugby – dichiara Roberto Del Giacco, direttore tecnico e allenatore del settore giovanile – che abbiamo voluto realizzare anche perché i risultati delle squadre giovanili sambenedettesi sono stati notevoli, in particolare per quanto riguarda l’Under 15 che il 1° maggio sfiderà una squadra emiliana nella semifinale del Trofeo degli Appennini.?
Riguardo gli Under 15 sambenedettesi, infatti, ben quattro sono stati convocati nella Nazionale Italiana di categoria: Emanuele Pignati, Antonio Matteo Di Carlo, Gabriele Guidotti, Gianmarco Silvestri (andranno a Tirrenia per una settimana di ritiro).
Del Giacco fa presente che, grazie ai risultati delle squadre giovanili e della prima squadra (che attualmente milita in Serie C ma che in passato ha dovuto ‘rifiutare’ la Serie B, conquistata sul campo0, a causa di difficoltà societarie), “molti ragazzi si stanno avvicinando al rugby e ci conoscono, mentre fino a poco fa ci ignoravano?. Attualmente il Rugby Club San Benedetto è una realtà di notevole importanza se si pensa che conta circa 200 tesserati, di cui circa 45 per la prima squadra.
Il valore del rugby sambenedettese attuale è dato dal fatto che sono ben dieci i giocatori che sono stati convocati nella rappresentativa regionale, i quali il prossimo 24 aprile, a Benevento, parteciperanno alla finale regionale del Centro-Sud Italia.
L’Assessore Pierluigi Tassotti, che sarà presente sabato prossimo allo stadio Ballarin, si è detto “felice per questa iniziativa, anche perché il Rugby Club è una società che lavora in silenzio ma che ottiene sempre buoni risultati. In futuro cercheremo di migliorare la situazione del Ballarin, in particolare riguardo gli spogliatoi e la loro sicurezza.?
L’Assessorato allo Sport, nell’ambito dell’iniziativa Edu-Sport, ha in progetto di portare i giovani del Rugby sambenedettese, il prossimo 28 maggio, a Treviso, in occasione della finale scudetto (altre iniziative riguarderanno, prossimamente, il pattinaggio, il tennis agli Internazionali di Roma, il calcio a Coverciano).
Da notare che il rugby ha profonde radici a San Benedetto: la città può vantare infatti un ex campione come Giambattista Croci, che è stato tre volte campione d’Italia e una volta campione d’Europa oltre che giocatore della Nazionale. Sembra inoltre che a San Benedetto vi sia una predilizione quasi genetica per i pacchetti di mischia: vi è infatti una percentuale altissima di piloni che superano i 120 chilogrammi senza eccesso di peso grasso, un fatto raro nel resto d’Italia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.338 volte, 1 oggi)