GROTTAMMARE – A seguito della mareggiata che ha colpito la costa nei giorni scorsi (nella giornata di oggi buona parte dell’arenile è coperta dal legname trasportato dal Tesino), il Sindaco di Grottammare Luigi Merli è intervenuto con il seguente comunicato
*Come scrivevo in una delle molteplici lettere inviate a tutti gli enti preposti, non volevo arrivare a subire la beffa oltre al danno delle mareggiate, e cioè essere riconosciuto come responsabile di questo disastro dopo essere stato l’unico, in prima linea, a combattere contro i vari uffici ministeriali usando tutti i mezzi a mia disposizione.
Mi riferisco a centinaia di colloqui telefonici intercorsi senza profitto con tutti i responsabili dei vari uffici ministeriali, alle diverse lettere, di cui le ultime due (l’ultima è stata anticipata oggi via fax e partirà domani a mezzo raccomandata) dai toni durissimi, inviate anche al Prefetto di Ascoli Piceno, nelle quali ho denunciato l’aggravamento delle condizioni del litorale e diffidato gli enti preposti a pronunciarsi in merito.
Finora abbiamo ottenuto 120.000 euro dalla Regione Marche per opere di ripascimento (la conferma è di 20 giorni fa) e un appuntamento presso gli uffici regionali per chiedere la possibilità di spendere questa somma, oltre che per il trasporto della sabbia, anche per altri interventi a difesa della costa, già ritenuti di somma urgenza. Abbiamo già preso contatti con un’impresa operante nella zona per spendere questi ed altri fondi che si riterranno necessari per risolvere il problema.
Resta chiaro, che l’errata progettazione e l’ancor peggio realizzazione dell’intervento ministeriale, sulle quali il Comune non ha potuto avanzare che azioni di denuncia, in quanto null’altro era possibile in suo potere, hanno generato una complessiva situazione di fatto che, a sommaria stima, necessita di 2 milioni di euro per essere risolta.
Credo che appaia evidente a tutti l’impegno totale e costante (quotidiano) nel cercare di risolvere questo problema e tutti i concessionari di spiaggia ne sono a conoscenza perché da me informati personalmente dell’evolvere giornaliero del mio agire.
Risulta quindi incomprensibile, oggi, addebitare all’amministrazione comunale di Grottammare responsabilità sulla situazione esistente.
Nei prossimi giorni, non appena conclusi gli incontri e i confronti con gli organi competenti, comunicheremo ancora una volta, come prassi, ai concessionari gli sviluppi della situazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 714 volte, 1 oggi)