ASCOLI PICENO – Sono le frane, oltre ad alcune esondazioni di modesta entità, le conseguenze più pesanti delle ultime 48 ore di pioggia nelle Marche, dove la Protezione civile prevede una nuova ondata di maltempo per sabato 16 e domenica 17 aprile. Sui Sibillini la notte scorsa mille metri cubi di terriccio si sono abbattuti sulla strada comunale da Montemonaco alla frazione di Foce, la stessa rimasta isolata – con nove persone bloccate in casa – fra fine gennaio e inizio febbraio a causa di una valanga.
Oltre all’interruzione temporanea della strada, la frana ha parzialmente ostruito l’alveo del fiume Aso e danneggiato un canale idroelettrico dell’Enel, che porta acqua ad una centrale di produzione.
Non ci sono stati problemi per l’erogazione di energia ne’ per l’approvvigionamento idrico, anche se a monte dell’area in frana sorgono anche le strutture di presa idrica del Consorzio intercomunale del Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.041 volte, 1 oggi)