Samb. Chi si aspettavava un altro risultato dalla gara con Chieti non aveva fatto bene i conti con il passato. Nessuna delle squadre che occupano gli ultimi cinque posti della classifica hanno perso a San Benedetto. Anzi Fermana e Vis Pesaro hanno vinto al Riviera, Giulianova, Sora e Chieti vi hanno pareggiato. Tre dei cinque gol subiti in casa sono stati realizzati da Pesaro, Fermana e Chieti. Evidentemente, come spesso accade, la carica agonistica non si inventa. Alla squadra di Ballardini riescono a darla soltanto gli avversari importanti. Da qui i punti persi. Non si giustifica però l’atteggiamento di mister Ballardini che non si è mai arrabbiato per la strana (per lo meno all’apparenza) serie di passi falsi. Forse l’ha fatto in ‘camera caritatis’. Speriamo.
Sanità. Il neo presidente della regione Marche, Gian Mario Spacca, ci ha detto che San Benedetto avrà un ruolo importante nella prossima riforma sanitaria. Fino ad oggi, dico oggi, i fatti possono dimostrare l’esatto, dico esatto, contrario. Le chiacchiere fanno i pidocchi o se le porta il vento, diciamo a San Benedetto.
Circonvallazione. Anche qui servono i fatti e subito. Negli ultimi giorni due incidenti mortali hanno funestato il tratto Grottammare-Cupra della Statale 16. Parlo di morti e non di qualche semplice ‘scontro’. Mi domando a questo punto: se esiste qualcuno che, in qualche modo, poteva fare qualcosa per accelerare i tempi dell’indispensabile circonvallazione Cupra Marittima-Porto D’Ascoli ma non l’ha fatto, come si sentirà in questi momenti così drammatici per i familiari delle vittime? Se nessuno ha colpa, che qualcuno si sbrighi a prendersi i meriti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 45 volte, 1 oggi)