SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Delusione ma al contempo sportività nelle parole dei sostenitori sambenedettesi interpellati al termine della gara tra i rossoblù ed il Chieti. Soddisfazione di contro, anche se contenuta, sulla sponda teatina, come dimostra la dichiarazione che abbiamo ‘strappato’ ad un manipolo di sostenitori neroverdi.
E’ Gaetano La Cioppa, a parlare a nome di tutti: “Risultato equo, nulla da eccepire credo, stando a quello che si è visto in campo. Non serve a nessuno il punto di oggi, al limite fa morale, almeno per quanto ci riguarda. Mi aspettavo un Chieti così volitivo e voglioso, del resto rispecchia al meglio l’indole del tecnico Donati. I rigori? C’era sia quello su Lacrimini, sia quello su Leon. Pari anche in questo, insomma?.
Dopo il fans teatino abbiamo sentito due spettatori ‘neutri’, giunti al delle Palme solo per godere dello spettacolo sul campo. Spettacolo però assai mediocre, come ci confermano Marino Demonte e Donato De Acetis. Il primo afferma convinto: “Non mi è piaciuta affatto la partita. Giusto il pareggio: le squadre hanno effettuato due tiri in porta ciascuno. Mi aspettavo sinceramente di più, specie da giocatori della classe di Leon, tanto per fare un nome?.
Sulla medesima lunghezza d’onda il signor De Acetis: “Partita brutta, del resto ambedue le contendenti avevano l’obbligo di vincere. Ci sono stati pochi tiri in porta, colpa soprattutto, a mio avviso, della Samb che gioca troppo abbottonata. Se schieri poche punte, è normale che poi le occasioni sotto rete che ti capitano si possono contare sulle dita di una mano. Meglio il Chieti che ha saputo tenere testa ai padroni di casa e, almeno per quello che ha fatto vedere oggi, non merita l’attuale classifica?.
Prima di interpellare qualche tifoso di fede rossoblù, ci siamo imbattuti nella famiglia Tedoldi al completo (papà, mamma e figlia minore), la quale però non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione ufficiale, delusa dalla prova scialba dell’undici di Ballardini e magari dalla sostituzione cui è incorso Davide. Per loro si trattava della seconda ‘visita’ in riviera; anche la volta scorsa, in occasione della sfida contro il Napoli, le due contendenti si erano divise la posta in palio.
Paolo Piergallini, ce l’ha con mister Ballardini: “Per il gioco espresso meritavamo di più, anche se nel primo tempo loro hanno giocato meglio. Giusto il pari, niente da dire, però mi è sembrato che il nostro allenatore si sia accontentato del punto. Mi spiego meglio: sono stati tardivi gli innesti di Martini e De Lucia, lassù Da Silva è sempre troppo solo?.
La stessa delusione è scolpita sul volto di Giovanni Mosca, il quale dice: “La Samb non ha giocato bene, inutile giraci intorno. Il nostro ‘male’ è il solito: manca un attaccante di razza, anche se io Da Silva l’avrei tenuto fino alla fine, anche in funzione del fatto che si era sbloccato e dunque era su di giri. Purtroppo il Chieti ha trovato un gol impossibile, senza quello poteva finire in modo diverso. Il pubblico? Poco, è vero. Un po’ è dipeso dalla pioggia, ma molto credo dipenda dal fatto che tra le mura amiche troppo spesso incappiamo in prove non del tutto convincenti. Potrebbe anche essere che inf ondo la città non creda che i play off vengano centrati?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 603 volte, 1 oggi)