MANCINI 6. Quasi inoperoso per l’intera partita, dato che i pericoli del Chieti derivano da due tiri dalla distanza, uno dei quali ha colpito la traversa, un altro “impossibile?, che è terminato sul sette.
TACCUCCI 6. Solita partita ordinata in fase difensiva, ma il blocco del centrocampo rossoblù non gli permette di sviluppare azioni offensive.
COLONNELLO 6. Idem come Taccucci, anche se nella ripresa si getta con più vigore all’attacco e calibra alcuni palloni pericolosi dalla sinistra.
AMODIO 6,5. Il più ordinato e lucido del centrocampo rossoblù. Sbaglia pochissimi palloni, è sempre reattivo e presente.
FEMIANO F. 6. Commette qualche lieve ingenuità ma nel complesso la sua partita è più che sufficiente.
CANINI 6. Guida da esperto la difesa della Samb, sempre pronto all’anticipo sia di testa che con i piedi. Sembra un veterano, ha appena vent’anni.
DOMINGUEZ 5,5. Stecca la sua prima partita da titolare anche se è comprensibile che un giocatore non riesca a dare il meglio dopo mesi di scarsa attività agonistica. Ha una buona occasione nel primo tempo, mentre termina la partita con i crampi.
DE ROSA 6. Solito dinamismo, ma a volte è impreciso e fa perdere alla Samb alcuni buoni contropiedi. Resta, ad ogni modo, imprescindibile.
DA SILVA 6,5. Quasi inguardabile fino al momento del gol. Poi l’inzuccata che è il suo primo gol in rossoblù lo sblocca: due serpentine fino a fondo campo, palla indietro. Però viene sostituito. Dopo la gara si è recato in ospedali per accertamenti: si è fatto male ad un dito.
LEON 5,5. Croce e delizia. Parte male, poi, vai a vedere il tabellino, non c’è azione della Samb che non lo veda protagonista. Beccato eccessivamente dal pubblico, si “innamora? troppo del pallone e a volte ritarda l’azione.
TEDOLDI 5. Torna in campo per novanta minuti dopo tempo immemorabile, e si vede: gli manca il passo partita e la sua presenza è quasi ininfluente per il gioco offensivo della Samb.
MARTINI 6. Venti minuti abbondanti non gli bastano per raddrizzare l’incontro, anche se le sue doti di scattista possono sempre tornare utili alla Samb.
DE LUCIA ng. Una manciata di minuti in cui si fa notare solo per qualche intervento aereo.
FEMIANO A. Pochi minuti al posto di Dominguez.
BALLARDINI 5,5. Oggi la Samb non ci è piaciuta non solo per l’assenza di giocatore fondamentali come Bogliacino e Cigarini (di Zanetti, che si opererà mercoledì prossimo, bisognerà abituarsi), ma anche perché è sembrata irrazionale nella parte offensiva. In deficit Dominguez e Tedoldi sulle corsie laterali, l’unica speranza era che si accendesse la luce di Leon, oggi invece piuttosto intermittente. Da Silva, unica “mezzapunta? della Samb, sembrava troppo isolato per dare fastidio. Dopo l’1-1, con un Da Silva rigenerato, l’avremmo lasciato in campo ancora qualche minuto, e provato il tutto per tutto con le sostituzioni (anticipate) di Tedoldi e Dominguez con De Lucia e Favaro. Samb troppo spregiudicata, in questo caso? Sicuramente, ma oggi servivano i tre punti e nessuno può dirsi contento del pareggio. Una consolazione: a Ferrara la Spal dovrà tentare di vincere, e in questo caso i contropiedisti rossoblù potrebbero trovare un ambiente di gioco ideale. Sperando di recuperare Bogliacino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)