SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il centrosinistra esulta per la vittoria elettorale e guarda fiduciosa alle elezioni comunali del 2006. Evidente la soddisfazione dei vertici dell’Unione di S.Benedetto emersa dall’incontro odierno con la stampa. “Un risultato davvero positivo” ha commentato Felice Gregori, segretario comunale dei Ds. “L’Unione ha vinto ovunque, le cifre parlano chiaro. In particolare, siamo soddisfatti per aver contribuito all’elezione di Luciano Agositini, che a S.Benedetto ha ottenuto il 20% dei voti complessivi raccolti in provincia. L’esito felice di queste elezioni ora deve essere lo sprone per costruire un progetto politico nuovo per la città”.
L’on. Orlando Ruggieri, deputato della Margherita, amplia l’analisi del voto ai prossimi appuntamenti elettorali: “Sono tanti i motivi di soddisfazione. Dalle urne esce un dato rassicurante: come ha sottolineato Agostini, ci sono le condizioni per conquistare tre collegi in vista delle elezioni politiche del prossimo anno. Questo risultato non è solo l’esito del vento di cambiamento che spira a livello nazionale ma è anche il frutto dell’azione politica portata avanti dall’Unione in ambito locale”.
“Il successo del centrosinistra – ha aggiunto Ruggieri – è maturato grazie ad alcuni fattori determinanti. Innanzi tutto, questa volta ci siamo fatti trovare pronti e uniti all’appuntamento elettorale. Una risposta convicente a chi ci accusava di essere una sorta d’armata brancaleone, sempre divisa e litigiosa. Il progetto dell’Unione si è rivelato una carta vincente, come dimostrano i risultati: non siamo andati sotto e siamo diventati il primo schieramento in provincia. Certo, si può fare sempre meglio. Altro aspetto rilevante, la presentazione della Federazione Uniti nell’Ulivo, rivelatasi un punto di forza per la coalizione. A tal proposito, un riconoscimento va attribuito allo Sdi e ai Repubblicani Europei, che con forte spirito di coalizione si sono messi a disposizione di questo progetto, pur sapendo che ciò le avrebbe penalizzate nell’attribuzione dei seggi”.
Ruggieri sposta l’obiettivo sulle elezioni comunali del 2006: “Auspico che le forze locali dell’Unione si riuniscano quanto prima per proporre un programma forte e condiviso e per individuare un candidato sindaco che sia realmente espressione della gente”.
Dunque, nell’Unione è già aperta la ‘caccia’ al candidato sindaco? La risposta del deputato della Margherita è lapidaria: “E’ prematuro fare nomi. Quel che conta è presentare in tempi congrui un programma condiviso ed efficace”. L’opzione delle primarie è una via praticabile? “Potrebbe essere un’alternativa ma credo che non ce ne sarà bisogno”.
Silvano Evangelisti, segretario della sezione Ds di Porto d’Ascoli, e Margherita Sorge, coordinatrice della sezione ‘Centro, hanno proposto un’analisi più dettagliata del voto a S.Benedetto: “Nel partito c’era un po’ di timore – ha affermato Evangelisti – perché le elezioni si tenevano a ridosso del congresso comunale. Il successo ottenuto conferma la bontà del lavoro sin qui svolto. A Porto d’Ascoli l’Unione ha raggiunto il 60% dei consensi, mantenendosi in linea con il risultato delle provinciali del 2004. Ora è necessario avviare il percorso che porterà alla sfida delle elezioni comunali”.
“Nelle sezioni del centro città – ha concluso Margherita Sorge – l’Unione ha recuperato punti. Evidente l’affermazione della Federazione dell’Ulivo: il 40% dei voti ottenuti sono andati alla lista piuttosto che al candidato presidente”.
L’Unione celebrerà la vittoria elettorale oggi, dalle ore 17, presso l’ex mercatino del pesce di via Mazzocchi. Prevista la presenza del neo presidente della Regione Gian Mario Spacca e dei consiglieri eletti nella circoscrizione di Ascoli, Luciano Agostini e Sandro Donati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 743 volte, 1 oggi)