SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La commissione disciplinare ha respinto il ricorso presentato dalla Sambenedettese Calcio dopo i provvedimenti divulgati la scorsa settimana in merito alla gara Samb-Napoli del 26 marzo. Ora i vertici della società rossoblù attenderanno di leggere le motivazioni della bocciatura del ricorso per poi proseguire per vie legali. E’ intervenuto sulla vicenda il consigliere d’amministrazione Remo Croci: “La giustizia sportiva – ha dichiarato – si conferma ancora una volta giustizia sommaria. Evidentemente non si è voluto tener conto della prova testimoniale di un pubblico ufficiale, un carabiniere presente al momento dell’ingresso negli spogliatoi della squadra del Napoli che ha smentito quanto affermato in merito a presunte aggressioni ai tesserati partenopei. Parlo a titolo personale dicendo che ancora una volta il verdetto della giustizia sportiva mi suscita più di un dubbio, e mi fa venire cattivi pensieri. La Sambenedettese comunque andrà avanti per dimostrare che la città di San Benedetto del Tronto e la sua squadra di calcio sono estranee, in questa ed in tutte le occasioni, ad atti di violenza”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 490 volte, 1 oggi)