REGGIO EMILIA – La settimana che lentamente sta volgendo al termine non è affatto iniziata nel migliore dei modi per i granata, a causa della decisione del Giudice Sportivo di terza serie di togliere alla squadra di Bruno Giordano i tre punti guadagnati lo scorso sabato 26 marzo, in occasione della sfida casalinga contro il Benevento. Motivo, la monetina lanciata dagli spalti del ‘Giglio’ che ha colpito al volto il centrocampista giallorosso Vincenzo De Liguori.
La decisione di martedì scorso ha fatto scivolare le ‘teste quadre’ al quinto posto (con 42 punti), consentendo invece al Padova, a 43 punti, di posizionarsi sulla quarta ‘poltrona’ della graduatoria del girone B. Ben sapendo che la penalizzazione ha indirettamente rinfocolato le speranze d’alto lignaggio delle inseguitrici (nell’ordine: Samb, Benevento, Spal e Lanciano), la Reggiana Calcio prepara la contromossa, vale a dire il ricorso – curato dall’avvocato Paolo Rodella – alla Disciplinare, non solo contro la decisione del Giudice Sportivo di togliere i tre punti ai granata, ma anche contro quella di fermare per quattro giornate l’attaccante emiliano Massimo Minetti.
Dal canto suo lo Sporting Benevento (a quota 38) non si accontenta di vedere più vicina in classifica una pretendente per i play off e tenta la medesima via della Disciplinare, chiedendo tramite ricorso curato dall’avvocato Chiacchio, lo 0-3 a tavolino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 465 volte, 1 oggi)